Il LuÏ scuro avvistato per la prima volta in Albania

Il LuÏ scuro (Phylloscopus Fuscatus) - uccello migratore presente per lo più in Asia - è stato avvistato per la prima volta in Albania, a Orikum.

Gli studiosi ungheresi provenienti dalla MME (Magyar Madartani Egyesulet), assieme a quelli albanesi provenienti dalla AOS, hanno avvistato una nuova specie di uccello in Albania – a Orikum – il LuÏ scuro (Phylloscopus Fuscatus).

Un piccolo uccello dal peso di 8,2 grammi, con un’apertura alare di 5,4 centimetri, una lunghezza di coda di 4,3 centimetri e una lunghezza media totale di 11-12 centimetri.

Il LuÏ scuro (Phylloscopus Fuscatus)

Questa tipologia di volatile è nuova nel nostro paese e non è stata mai osservata in precedenza; è molto raro in Europa ed è considerato un uccello migratore.

I Phylloscopus Fuscatus sono particolarmente presenti in Asia e – prima di questa scoperta – i punti più vicini all’Albania erano l’Himalaya e i punti di confine tra India, Pakistan e Nepal, com’è osservabile nella sua mappa di distribuzione.

Il LuÏ scuro solitamente costruisce i suoi nidi nell’Asia sud-orientale, nello specifico in Cina, Mongolia, Siberia e così via. E’ prevalentemente un mangiatore di insetti e un migratore. Dopo la stagione di nidificazione scende in paesi come Malesia, Vietnam, India, Bangladesh, Cina meridionale.

Identificarlo in natura è molto difficile, a causa della somiglianza con altri uccelli della famiglia Phylloscopus, soprattutto con il Phylloscopus Collybita. Anche se Phylloscopus Fuscatus è più scuro e di colore castano.

Questa straordinaria scoperta è motivo d’orgoglio, ed aumenta ancor di più il patrimonio albanese in quanto a fauna.

Albania, la meta ideale per il bird-watching

In Albania è possibile osservare innumerevoli specie di uccelli, in particolar modo nel lago di Scutari e nel parco nazionale di Divjaka-Karavasta.

Con circa 270 specie, il lago di Scutari è una delle più grandi riserve d’uccelli d’Europa e una destinazione popolare per gli ornitologi. Questo perché vi è possibile avvistare alcuni degli ultimi pellicani dalmati d’Europa, cormorani che si asciugano le ali e gli habitat dell’airone giallo.

Nel parco nazionale di Divjaka-Karavasta, invece, ci sono 210 specie di uccelli. Un altro numero impressionante di specie di uccelli che variano di tipologia in tipologia; una delle specie più particolari – anche qui – è il pellicano dalmata, dove tuttavia solo poche dozzine totali sono sopravvissute negli ultimi anni a causa della caccia illegale.

Leggi anche


Questo articolo è stato originariamente pubblicato su turismo.al , un portale in italiano sul turismo albanese

Argomenti
Close