INSTAT: la diaspora albanese ammonta a circa 1,6 milioni di persone

Per la prima volta l'INSTAT ha pubblicato uno studio riguardante la diaspora albanese, che - secondo gli ultimi dati raccolti - ammonta a circa 1,6 milioni di persone

L’istituto nazionale di statistiche (INSTAT) ha pubblicato per la prima volta uno studio riguardante la diaspora albanese in termini numerici. 

Questo studio è stato effettuato sulla base di valutazioni realizzate durante il 2018. Secondo i dati pubblicati, il numero di albanesi della diaspora ammonta a circa 1,6 milioni di persone: in altre parole, il 36% degli albanesi totali vive al di fuori del Paese delle Aquile.

La pubblicazione si inserisce nella strategia nazionale per la diaspora, il quale scopo è il valutare il numero della diaspora albanese basandosi sulle caratteristiche demografiche e sociali di base.

La storia della diaspora albanese

Le più antiche comunità albanesi nel mondo sono gli Arbëresh in Italia e gli Arvaniti in Grecia. I primi sono riusciti a conservare la loro identità nei secoli, mentre i secondi sono nella fase finale della loro assimilazione alla cultura greca.

Successivamente, le comunità albanesi sono arrivate anche in Egitto, Turchia, Stati Uniti, Belgio, Australia e in tanti altri paesi.

Gli Arbëresh in Italia

Gli Arbëresh rappresentano la più antica comunità albanese e anche la più fedele, visto che hanno conservato le tradizionali nazionali di generazione in generazione per cinque secoli.

E’ difficile sapere con precisione il numero totale degli Arbëresh in Italia oggi. Tuttavia, secondo alcuni dati, sappiamo che dopo la morte dell’eroe Giorgio Castriota Scanderbeg, 200.000 albanesi si stabilirono nell’Italia meridionale, dove ora ci sono circa un centinaio di villaggi Arbëresh, sparsi tra Puglia, Basilicata, Campania e Sicilia.

Gli albanesi d’Egitto

Le prime comunità albanesi in Egitto risalgono all’inizio del XVIII secolo, con l’insediamento di Mehmet Ali Pasha in Egitto. La dinastia di quest’ultimo guidò l’Egitto per circa 150 anni, dal 1805 al 1952.

Dato che la maggior parte di loro faceva parte delle milizie, alcuni di loro si sono sparsi anche in altre aree come la Palestina, la Siria, il Libano, la Libia, lo Yemen e il Sudan. Ciò è testimoniato dai discendenti di molte famiglie di origini albanesi  che vivono lì oggi con il cognome Arnauti o El-Albani.

Gli albanesi d’America

Il numero della diaspora negli Stati Uniti è aumentato, specialmente negli ultimi anni, anche se non è possibile conoscere una stima esatta poiché gran parte di loro si è trasferita negli USA con passaporti di altre nazioni, come Jugoslavia, Turchia e Grecia.

Gli albanesi di Turchia

Non c’è dubbio che il maggior numero di albanesi si sia trasferito in Turchia nel corso della storia. Essi si sono stabiliti in diverse città, da Istanbul a Izmir, passando per Bursa, Ankara, Kajser e tante altre città.

Sono circa 1,5 milioni gli albanesi trasferitisi in Turchia negli anni, numero che ad oggi – seguendo il corso naturale degli eventi – dovrebbe essere aumentato a 6,2 milioni.

Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close