Categorie: Sport

La Nazionali femminile e maschile di scacchi alle Olimpiadi di Tromsø 2014 (Storia degli scacchi albanesi. Parte XV)

La Nazionali femminile e maschile di scacchi alle Olimpiadi di Tromsø 2014 (Storia degli scacchi albanesi. Parte XV). Articolo di Giovanni Armillotta

Quest’anno si disputeranno a Baku (Azerbaigian) le XLII Olimpiadi open e le XXVII femminili di scacchi. Ufficialmente quelle femminili sono pure le XLII, siccome dal 1984 hanno preso la numerazione di quelle open, ex maschili. Open in quanto possono gareggiare nella stesse squadre sia donne che uomini, poiché le prime hanno un coefficiente ELO superiore a molti uomini.

Colgo l’occasione per descrivere il comportamento delle e degli albanesi nelle scorse Olimpiadi, svoltesi nella città norvegese di Tromsø dal 1° al 14 agosto 2014, e per aggiornare le tabelle.

Il MI Ilir Seitaj – l’albanese con più Olimpiadi disputate, dieci – il 5 agosto 2014 ha stabilito il record albanese di 100 partite olimpiche per scacchista, e a fine competizione ha registrato totalmente in trent’anni di Olimpiadi 107 incontri, con bilancio positivo del 53,74 (39+ 37= 31–). Alle venture Olimpiadi 2016, ci aspettiamo che il GM Erald Dervishi, e la CM Rozana Gjergji, entrambi con 96 partite, superino lo storico traguardo.

Si evince come lo scacchista, fra gli albanesi nella storia di tutte le Olimpiadi, che abbia la miglior percentuale di punti conquistati sia il GM Dervishi con il 63,54% (44+ 34= 18–), segue lo scomparso (8 novembre 2012) Maestro della FIDE, Ilir Karkanaqe con 61,18% (34+ 36= 15–). Fra le donne la miglior percentuale appartiene ad Albana Vuji col 58,33% (6+ 2= 4–), segue la CM Bruza Tuzi con il 55,26% (9+ 3= 7–).

L’unico scacchista albanesi titolato internazionalmente che non ha mai disputato Olimpiadi è il MI Vangjel Buli.

Il record dell’arco temporale più vasto fra un’Olimpiade e l’altra appartiene al Maestro Nazionale Ylvi Pustina: quarant’anni sei Olimpiadi (1960, 1962, 1970, 1972, 1980, 2000). Tale primato lo pone al 9° posto al mondo dopo:  GM Viktor L’vovič Korčnoj (Russia-Svizzera, 48: 1960-2008), GM Lajos Portisch (Ungheria, 44: 1956-2000), GM Heikki Markku Julius Westerinen (Finlandia, 44: 1962-2006), CM Henry Camilleri (Malta, 42: 1960-2002), FM Jan Rooze (Belgio, 42: 1968-2010), IM William Albert Fairhurst (41: 1933-1974), GM Miguel Najdorf (Argentina, 41: 1935-1976) e GM Daniel Yanofsky (Canada, 41: 1939-1980). Compreso il ruolo di capitano-non-giocatore svolto nel corso della XXXVIII Olimpiade di Dresda nel 2008, Pustina si affianca come presenza olimpica al GM Korčnoj, con 48 anni fra la prima e la più recente.

La XLI Olimpiade maschile è iniziata molto bene con un 4-0 alla Guyana. Però, fra le 67 federazioni vincitrici per cappotto nella prima giornata, l’Albania è stata in inserita nel primo gruppo di merito delle migliori – secondo la classificazione ELO – le quali dovevano incontrarsi al secondo turno con le migliori dell’altro gruppo di merito. Al secondo turno gli è toccata proprio la Repubblica Popolare Cinese che undici giorni dopo ha vinto l’Olimpiade per la prima volta nella propria storia. L’Albania, dotata di un solo Gran Maestro, è stata sconfitta per ½-3½ da quattro Gran Maestri, con il GM Erald Dervishi [2581] che ha pareggiato contro il GM Wang Yue [2718]. Comunque il bilancio con i cinesi è in parità: Albania-Rep. Pop. Cinese 2½-1½ (1982) e 2-2 (1980).

Nel complesso l’Olimpiade open di Tromsø è andata bene. Oltre a 6 vittorie di squadra, contro 4 sconfitte e 1 pareggio, l’Albania ha stabilito il record personale di tre cappotti (Guyana, Namibia e Principato di Monaco). Ciò conferma la posizione primaria della Nazionale di Scacchi che è l’unica ad avere un bilancio positivo nelle competizioni mondiali rispetto a calcio, pallavolo, pallacanestro, ecc. del proprio Paese.

È stato un torneo positivo pure per un’altra ragione. Com’è noto il miglior piazzamento della Nazionale è stato il 26° a Varna 1962; però, se consideriamo che v’erano solo 38 federazioni, significa essersi lasciata alle spalle solo il 32% delle iscritte. In realtà – almeno secondo il parere di chi scrive – il miglior piazzamento reale è il 33° posto a Salonicco 1988 su 107 federazioni, precedendo ben il 69% delle iscritte. Con tale metro, Tromsø 2014 è stata la seconda migliore Olimpiade di sempre poiché l’Albania, giungendo 60ª su 176 federazioni, ha preceduto il 66% degli iscritti. Con 13 punti per incontri a squadre (2 p. per vittoria, 1 p. per pareggio, 0 p. per sconfitta) l’Albania ha avuto lo stesso punteggio delle squadre classificatesi dal 35° al 60° posto. S’è piazzata 60ª per il punteggio Neustadtl (detto erroneamente Sonneborn-Berger). In caso di parità fra squadre, esso somma i punti totali che gli avversari battuti dagli albanesi hanno ottenuto in tutte le loro altre partite del torneo, più la metà dei punteggi degli avversari con cui gli albanesi hanno pareggiato (negli incontri individuali: 1 p. per la vittoria, ½ p. per il pareggio e 0 p. per la sconfitta).

Le competizioni a squadre sono manifestazioni di massimo equilibrio in cui basta una frazione di punto per fare la differenza. Faccio un esempio: se all’ultima giornata, la più forte Albania per ELO (2427) avesse trasformato il pareggio con la Colombia (ELO 2424) da 2-2, in vittoria per 2½-1½ avrebbe guadagnato 2 punti e non 1, passando a 14 nella classifica finale, e ciò avrebbe voluto dire arrivare dal 24° al 35° posto. E in tutto questo, mezzo punto avrebbe voluto dire migliorare almeno 25 posizioni. E se pensiamo al fatto che i due pareggi sono stati ottenuti avendo i bianchi, ancora una volta la sindrome da ultimo minuto s’è fatta sentire. A livello individuale si segnalano come punteggi: il MI Dritan Mehmeti al 23° posto su 882 scacchisti (10° al Tav. 2), il GM Erald Dervishi al 41° posto su 882 (19° al Tav. 2).

Pure per le donne si è trattato di un’Olimpiade positiva. Non ci si faccia trarre in inganno dall’81° posto del 2014, rispetto  al 78° del 2012. È stata la seconda migliore Olimpiade di sempre, dopo la 1990 quando si lasciarono dietro il 47% delle federazioni giungendo allora 35me. A Tromsø l’Albania femminile ha preceduto il 40% delle iscritte. Una prova possibile specie grazie ad Alda Shabanaj che ha ottenuto 6+ 2= e 1–, perdendo proprio l’ultima partita contro la MI venezuelana Tilsia Carolina Varela la Madrid. Exploit che ha posto Alda Shabanaj al 30° posto come percentuale e al 46° come punteggio su 673 scacchiste (17ª al Tav. 5, riserve). L’impresa ha condotto la Shabanaj a diventare la seconda albanese Maestra della FIDE. La prima era stata Roela Pasku anni fa. Comunque da non dimenticare che la scacchista con la percentuale più alta fra tutte le partite olimpiche è la suddetta Albana Vuji con il 58,33% e con tuttora l’ELO più alto: 2070.

La patta fra il il GM Wang Yue [bianchi] e il GM Erald Dervishi [neri]

  1. c4 e6 2. g3 Cf6 3. Ag2 d5 4. Cf3 Ae7 5. d4 O-O 6. O-O dc4 7. Da4 a6 8. Dc4 b5 9. Dc2 Ab7 10. Ad2 Ae4 11. Dc1 Cbd7 12. Aa5 Ta7 13. Cbd2 Ad5 14. Te1 Ce4 15. Ce4 Ae4 16. Df4 Cf6 17. Ce5 Ag2 18. Rg2 Ad6 19. Tac1 Db8 20. De3 Cd5 21. Df3 Ae5 22. de5 c5 23. Tc5 De5 24. b4 f5 25. Tec1 f4 26. g4 Taf7 27. Tc8 Tc8 28. Tc8 Tf8 29. Tc6 h5 30. gh5 Tf5 31. h4 Df6 32. Rh3 Te5 33. Tc8 Rf7 34. Ad8 Df5 35. Rg2 Te4 36. a3 Tc4 37. Tc5 Dc2 38. Ag5 Tc5 39. bc5 Dc5 40. e4 Cf6 41. Df4 Dd4 42. Dc7 Rg8 43. Dc8 Rf7 44. Db7 Dd7 45. Da6 Ce4 46. Da8 Cd6 47. Ad2 Cf5 48. Ab4 Rf6 49. Df3 Rf7 50. Da8 Rf6 51. Df3 Rf7 52. Dg4 Dd5 53. Rg1 Rg8 54. Ac3 Dd7 55. Ae5 De7 56. Dg5 Da3 57. h6 De7 58. De7 Ce7 59. hg7 Cf5 60. Rf1 Ch4 61. Re2 Cf5 62. Rd3 Cg7 63. Rd4 Cf5 64. Rc5 Rf7 65. Rb5
XLI Olimpiade OPEN

1°-14 agosto 2014 a Tromsø (Norvegia)

Partita Risultato Piazz. Data
Albania-Guyana 4 – 0 1 2 ago
Cina-Albania 3½ – ½ 72 3 ago
Albania-Namibia 4 – 0 59 4 ago
ERJ Macedonia-Albania 2½ – 1½ 74 5 ago
Algeria-Albania 3½ – ½ 102 6 ago
Albania-Galles 3 – 1 83 8 ago
Albania-Monaco 4 – 0 62 9 ago
Albania-Mongolia 2½ – 1½ 50 10 ago
Svezia-Albania 4 – 0 72 11 ago
Albania-Nigeria 3 – 1 56 12 ago
Albania-Colombia 2 – 2 60 14 ago

Albania: 60ª su 177 (incluse Norvegia 2 e 3)

Capitano non giocatore: mancante Avversari
Tav. Scacchista ELO Pa. + = Pu. % GM MI MF CM MN
N. 1 GM E. Dervishi 2581 11 5 4 2 7,0 63,6 7 1 1 1 1
N. 2 MI D. Mehmeti 2416 11 7 1 3 68,2 3 2 3 1 2
N. 3 F. Ashiku 2284 8 4 1 3 56,3 2 1 2 3
N. 4 MI I. Seitaj 2382 8 2 4 2 4,0 50,0 3 2 3
R. Ll. Pasku 2327 6 2 0 4 2,0 33,3 2 2 2

Pa.: incontri; +: vittorie; =: patte; –: sconfitte; Pu: punti; %: percentuale

GM: Gran Maestri; IM: Maestri Internazionali; FM: Maestri della FIDE; CM: Candidati Maestri; MN: Maestri Nazionali

XLI Olimpiade FEMMINILE (XXVII)

1°-14 agosto 2014, a Tromsø (Norvegia)

Partita Risultato Piazz. Data
Germania-Albania 4 – 0 87 2 ago
Albania-Lesotho 4 – 0 70 3 ago
Estonia-Albania 3½ – ½ 100 4 ago
Albania-Qatar 3 – 1 85 5 ago
Ecuador-Albania 2½ – 1½ 86 6 ago
Albania-Rep. Corea (sud) 2 – 2 88 8 ago
Albania-Uganda 3 – 1 74 9 ago
Nicaragua-Albania 2½ – 1½ 84 10 ago
Albania-IPCA 3½ – ½ 67 11 ago
Albania-Puertorico 2 – 2 73 12 ago
Venezuela-Albania 3½ – ½ 81 14 ago

Albania: 81ª su 136 (incluse Norvegia 2 e 3)

Capitano non giocatore: Majlinda Pilinçi Avversarie
Tav. Scacchista ELO Pa. + = Pu. % GM MI MF MC MN
N. 1 CM R. Gjergji 1981 10 2 3 5 35,0 1 3 1 2 3
N. 2 CM E. Shabanaj 2033 10 3 1 6 35,0 1 1 3 5
N. 3 CM B. Tuzi 1759 10 4 3 3 55,0 1 3 2 2 2
N. 4 S. Kërçiku 1519 5 2 0 3 2,0 40,0 1 1 3
N. 5 A. Shabanaj 1881 9 6 2 1 7,0 77,8 3 1 1 4

Pa.: incontri; +: vittorie; =: patte; –: sconfitte; Pu: punti; %: percentuale

GM: Gran Maestre; MI: Maestre Internazionali; MF: Maestre della FIDE;

CM: Candidate Maestre; MN: Maestre Nazionali

Quadro generale olimpico di tutte le partite disputate dagli e dalle Albanesi
Nazionale maschile Nazionale femminile
A squadre Individuale Piazz. A squadre Individuale Piazz.
Ediz. + = + = —— + = + = ——
1960 Lipsia (Germ. Dem.) 9 1 10 24 26 30 28/40
1962 Varna (Bulgaria) 10 4 6 29 28 23 26/38
1970 Siegen (Germ. Fed.) 10 3 5 27 29 16 38/60
1972 Skopje (Jugoslavia) 9 2 6 23 31 14 (*)/63
1980 La Valletta (Malta) 6 4 4 18 22 16 33/82
1982 Lucerna (Svizzera) 4 5 5 18 22 16 40/92
1984 Salonicco (Grecia) 6 2 6 17 24 15 41/88
1988 Salonicco (Grecia) 5 2 7 21 19 16 33/107
1990 Novi Sad (Jugoslavia) 6 3 5 17 26 13 40/108 5 3 6 17 7 18 35/66
1994 Mosca (Russia) 5 4 5 23 12 21 60/124 7 1 6 15 7 20 69/81
1998 Elista (Russia) 5 4 4 17 21 14 44/110
2000 İstanbul (Turchia) 5 4 5 16 18 22 96/126 5 2 7 17 4 21 69/86
2002 Bled (Slovenia) 5 4 5 21 14 21 73/135 6 2 6 15 10 17 63/92
2004 Calviá (Spagna) 6 2 6 18 19 19 74/129 5 4 5 12 16 14 62/87
2006 Torino (Italia) 6 2 5 17 20 15 61/148 5 2 6 14 8 17 69/103
2008 Dresda (Germ. Fed.) 3 4 4 17 8 19 92/146 4 2 5 15 8 21 77/111
2010 Chanty-Mansijsk (Russia) 5 2 4 20 8 16 57/148 5 0 6 14 8 22 74/115
2012 İstanbul (Turchia) 4 4 3 19 9 16 66/157 5 0 6 17 7 20 78/127
2014 Tromsø (Norvegia) 6 1 4 20 10 14 60/176 4 2 5 17 9 18 81/136
Tot. 115 57 99 382 366 336 51 18 58 153 84 188

(*): al momento del ritiro l’Albania era 28ª

Quadro degli scacchisti olimpici in ordine di rapporto punti/partite
Scacchista Olimpiadi disputate Pa. + = %
GM E. Dervishi 8: 94, 98, 00, 02, 04, 06, 12, 14 96 44 34 18 63,54
MF Ilir Karkanaqe 8: 80, 82, 88, 90, 94, 98, 02, 04 85 34 36 15 61,18
Teodor Siliqi 1: 62 11 5 3 3 59,09
Eqrem Konçi 3: 60, 62, 70 42 17 15 10 58,33
MI Altin Çela 1: 98 13 6 3 4 57,69
MI Fatos Muço 7: 72, 80, 82, 84, 88, 90, 06 73 23 37 13 56,85
Floran Vila 2: 70, 72 30 12 10 8 56,67
F. Ashiku 1: 14 8 4 1 3 56,25
MF Zeqir Sula 5: 82, 84, 90, 98, 00 50 19 17 14 55,00
MI D. Mehmeti 8: 00, 02, 04, 06, 08, 10, 12, 14 73 32 16 25 54,79
Fatos Omari 4: 60, 62, 70, 72 35 12 14 9 54,29
MI I. Seitaj 10: 84, 88, 90, 94, 98, 02, 04, 10, 12, 14 107 39 37 31 53,74
Esat Duraku 2: 62, 70 31 10 13 8 53,23
Vangjel Adhami 5: 70, 72, 80, 88, 00 46 16 14 16 50,00
Aleksander Paci 1: 08 9 4 1 4 50,00
MI Llambi Qendro 5: 80, 82, 84, 88, 06 50 17 13 20 47,00
Ylvi Pustina 6: 60, 62, 70, 72, 80, 00 83 20 37 26 46,39
MF Lorenc Rama 9: 88, 98, 00, 02, 04, 06, 08, 10, 12 72 25 16 31 45,83
MF Harallamb Boshku 3: 90, 08, 10 33 10 10 13 45,45
Aldo Zadrima 6: 72, 80, 82, 84, 94, 02 44 12 15 17 44,32
Bujar Hoxha 1: 60 16 3 8 5 43,75
MI Luka Shytaj (*) 2: 04, 06 18 4 7 7 41,67
Mendim Veizaj 2: 60, 62 25 7 6 12 40,00
Ll. Pasku 2: 12, 14 13 4 1 8 34,62
Çlirim Guxho 1: 08 6 2 0 4 33,33
MF Shkëlqim Çela 1: 90 5 1 1 3 30,00
Agim Preza 1: 84 3 0 1 2 16,67
Bashkim Mançe 1: 94 5 0 0 5 0,00
Kozma Nasto 1: 82 1 0 0 1 0,00
Luan Pirani 1: 94 1 0 0 1 0,00
Tot. 1084 382 366 336

GM: Gran Maestro (Grand Master); MI: Maestro Internazionale (International Master);

MF: Maestro della FIDE (FIDE Master)

(*): L’IM Luca (ex Luka) Shytaj è passato alla federazione italiana

Quadro delle scacchiste olimpiche in ordine di rapporto punti/partite
Scacchista Olimpiadi disputate Pa. + = %
Albana Vuji 1: 90 12 6 2 4 58,33
CM B. Tuzi 2: 12, 14 19 9 3 7 55,26
CM Arta Driza 6: 90, 94, 02, 04, 08, 12 60 25 10 25 50,00
MF Roela Pasku 7: 00, 02, 04, 06, 08, 10, 12 68 23 19 26 47,79
CM R. Gjergji 9: 90, 00, 02, 04, 06, 08, 10, 12, 14 96 32 25 39 46,35
Ylvije Boriçi 2: 90, 94 23 9 3 11 45,65
Valbona Milla 1: 94 11 4 2 5 45,46
MF A. Shabanaj 5: 00, 06, 08, 10, 14 54 20 9 25 45,37
CM E. Shabanaj 6: 94, 00, 06, 08, 10, 14 67 21 11 35 39,55
S. Kërçiku 2: 12, 14 10 3 0 7 30,00
Esmeralda Babamusta 2: 02, 04 5 1 0 4 20,00
Tot. 425 153 84 188

MF: Maestra della FIDE (Woman FIDE Master); CM: Candidata Maestra della FIDE (Woman Candidate Master)

Bilancio della Nazionale maschile
Federazione G + =
– Algeria 3 0 2 1
+  Andorra 4 2 2 0
=  Angola 1 0 1 0
– Argentina 6 0 1 5
+ Aruba 1 1 0 0
+ Australia 2 2 0 0
= Austria 7 2 3 2
+ Bahrein 1 1 0 0
– Bangladesh 4 1 1 2
+ Belgio 4 2 1 1
+ Bermuda 1 1 0 0
– Bielorussia 1 0 0 1
+ Brasile 4 2 1 1
– Bulgaria 5 0 0 5
= Bulgaria “B” 1 0 1 0
– Canada 6 1 1 4
– Cecoslovacchia 1 0 0 1
– Cile 3 0 1 2
= Rep. Pop. Cinese 3 1 1 1
+ Cipro 3 3 0 0
– Colombia 6 1 2 3
= Costa Rica 2 0 2 0
+ Croazia 1 1 0 0
– Cuba 3 0 0 3
– Danimarca 4 0 1 3
+ Rep. Dominicana 4 4 0 0
– Egitto 1 0 0 1
+ Emirati Arabi Uniti 2 2 0 0
+ Etiopia 1 1 0 0
= Fær Øer 3 1 1 1
– Filippine 2 0 1 1
– Finlandia 5 1 1 3
+ Francia 3 2 0 1
+ Galles 5 4 0 1
– Germania Federale 1 0 0 1
– Germania Democratica (Est) 2 0 0 2
= Giamaica 1 0 1 0
+ Giappone 3 2 1 0
+ Grecia 6 3 1 2
+ Guyana 1 1 0 0
+ IBCA (*) 2 2 0 0
= ICSC (**) 1 0 1 0
– India 4 1 1 2
– Indonesia 5 1 2 2
– Inghilterra 3 0 1 2
– IPCA (***) 1 0 0 1
+ Iran 2 2 0 0
+ Iraq 1 1 0 0
= Irlanda 7 3 1 3
– Islanda 4 0 1 3
– Israele 2 0 0 2
+ Italia 5 3 2 0
– Jugoslavia 1 0 0 1
– Kazakistan 3 0 1 2
+ Libano 2 2 0 0
+ Libia 2 1 1 0
+ Liechtenstein 1 1 0 0
+ Lussemburgo 4 3 1 0
– ERJ Macedonia 2 0 1 1
+ Malta 3 3 0 0
= Marocco 1 0 1 0
+ Messico 2 1 1 0
– Moldavia 1 0 0 1
+ Monaco 2 2 0 0
= Mongolia 2 1 0 1
+ Namibia 2 2 0 0
+ Nigeria 4 3 1 0
– Norvegia 6 1 2 3
+ Nuova Zelanda 4 4 0 0
= Paesi Bassi 2 0 2 0
+ Pakistan 2 2 0 0
+ Panamà 1 1 0 0
+ Paraguay 2 1 1 0
– Perù 3 0 1 2
– Polonia 2 0 0 2
+ Portogallo 5 3 1 1
+ Puerto Rico 3 2 0 1
– Romania 2 0 0 2
+ Ruanda 2 2 0 0
= Russia “C” 1 0 1 0
– Scozia 3 1 0 2
+ Seicelle 1 1 0 0
= Singapore 3 1 1 1
+ Siria 2 2 0 0
– Slovacchia 2 0 0 2
– Slovenia 2 0 0 2
– Spagna 3 1 0 2
= Rep. Sudafricana 1 0 1 0
– Svezia 1 0 0 1
– Svizzera 3 0 1 2
+ Svizzera “B” 1 1 0 0
+ Tagikistan 1 1 0 0
+ Taipei Cinese 1 1 0 0
+ Trinidad e Tobago 1 1 0 0
+ Tunisia 5 3 0 2
– Turchia 5 2 0 3
+ Turkmenistan 3 1 2 0
– Ungheria 2 0 0 2
+ Uruguay 2 2 0 0
+ Venezuela 1 1 0 0
+ Isole Vergini Statunitensi 1 1 0 0
+ Zambia 5 4 1 0
+ Zimbabwe 1 1 0 0
Tot. 271 115 57 99

La Nazionale albanese maschile ha incontrato 103 Federazioni avversarie. Con 50 è in vantaggio, con 15 in parità e con 38 in svantaggio

*: International Braille Chess Association (non vedenti)

**: International Committee of Silent Chess (non udenti)

***: International Physically Disabled Chess Association (altrimenti abili)

A queste 260 partite vanno aggiunte due perse a tavolino contro Rep. Sudafricana (1970) ed Israele (1972); inoltre, sempre nel 1972 essendosi ritirata, la Nazionale non giocò con Filippine, Grecia, Mongolia e Perù.

Bilancio della Nazionale femminile
Federazione G + =
+ Algeria 1 1 0 0
– Argentina 1 0 0 1
– Armenia 2 0 0 2
– Australia 3 0 0 3
= Austria 2 1 0 1
= Bangladesh 1 0 1 0
+ Belgio 2 1 1 0
+ Bolivia 1 1 0 0
– Bosnia ed Erzegovina 1 0 0 1
+ Botswana 2 2 0 0
– Brasile 2 0 1 1
– Canada 3 1 0 2
+ Cile 1 1 0 0
– Colombia 3 0 0 3
= Rep. Corea (sud) 1 0 1 0
– Croazia 1 0 0 1
– Cuba 1 0 0 1
+ Danimarca 2 2 0 0
+ Rep. Dominicana 3 1 2 0
– Ecuador 1 0 0 1
+ El Salvador 1 1 0 0
– Estonia 2 0 0 2
= Filippine 2 1 0 1
– Finlandia 1 0 0 1
– Galles 3 0 1 2
– Germania Federale 1 0 0 1
– Germania Democratica (Est) 1 0 0 1
= Giamaica 1 0 1 0
– Grecia 1 0 0 1
+ Guatemala 1 1 0 0
– IBCA (*) 2 0 1 1
– India 2 0 1 1
= Indonesia 2 0 2 0
– Inghilterra 1 0 0 1
+ IPCA (**) 3 2 1 0
= Iraq 1 0 1 0
+ Irlanda 3 3 0 0
– Islanda 2 0 0 2
– Israele 2 0 0 2
+ Italia 1 1 0 0
– Kazakistan 1 0 0 1
+ Kenya 1 1 0 0
+ Kirghizistan 1 1 0 0
+ Lesotho 1 1 0 0
+ Libano 1 1 0 0
+ Libia 1 1 0 0
– Lituania 2 0 0 2
+ Lussemburgo 1 1 0 0
– ERJ Macedonia 1 0 0 1
= Malaysia 1 0 1 0
= Messico 3 1 1 1
– Mongolia 2 0 0 2
+ Mozambico 1 1 0 0
– Nicaragua 1 0 0 1
+ Nigeria 1 1 0 0
– Norvegia 2 0 0 2
+ Nuova Zelanda 3 3 0 0
– Paesi Bassi 1 0 0 1
+ Panamà 1 1 0 0
– Perù 1 0 0 1
+ Portogallo 1 1 0 0
+ Puerto Rico 4 3 1 0
+ Qatar 1 1 0 0
– Scozia 1 0 0 1
+ Slovenia “B” 1 1 0 0
– Spagna 2 0 0 2
+ Srî Lanka 2 2 0 0
= Rep. Sudafricana 2 1 0 1
– Svezia 2 0 0 2
– Svizzera 1 0 0 1
+ Tagikistan 1 1 0 0
+ Tailandia 1 1 0 0
= Turchia 1 0 1 0
– Turchia 2023 1 0 0 1
– Turkmenistan 1 0 0 1
+ Uganda 1 1 0 0
– Unione Sovietica 1 0 0 1
+ Uruguay 1 1 0 0
– Venezuela 3 1 0 2
+ Isole Vergini Statunitensi 1 1 0 0
– Vietnam 1 0 0 1
+ Yemen 2 2 0 0
+ Zimbabwe 1 1 0 0
Tot. 127 51 18 58

La Nazionale albanese femminile ha incontrato 83 Federazioni avversarie. Con 34 è in vantaggio, con 11 in parità e con 38 in svantaggio

*:International Braille Chess Association

**: International Physically Disabled Chess Association

L’immagine in evidenza: Prima partita e vittoria di Ilir Seitaj all’esordio olimpico 1984

Le altre puntate:

I (25 dicembre 2008): Dalle origini al gennaio 1960

II (6 gennaio 2009): Dalla Olimpiade 1960 alla medaglia d’argento di Eqrem Konçi nel 1970

III (13 gennaio 2009): Il complotto antialbanese alle Olimpiadi di Skopje (1972)

IV (21 gennaio 2009): Il periodo 1973-1980

V (26 gennaio 2009): Una nazionale di grande livello e l’epopea di Fatos Muço (1980-1982)

VI (11 febbraio 2009): Il canto del cigno della Nazionale, il crepuscolo dorato di Fatos Muço e l’esordio internazionale dei giovani e delle ragazze (1983-1990)

VII (24 febbraio 2009): Il tramonto della Nazionale e l’alba di Erald Dervishi ed Altin Çela (1991-1999)

VIII (6 marzo 2009): Gli anni Duemila. I: 2000-2004

IX (16 marzo 2009): Gli anni Duemila. II: 2006-2008

X (24 marzo 2009): Il bilancio positivo degli scacchi albanesi

XI (6 aprile 2009): Armillotta scopre altre cinque medaglie albanesi sconosciute

XII (31 agosto 2009): L’incredibile Campionato Balcanico di Scacchi per Nazionali del 2001 a Salonicco

XIII (12 maggio 2010): Recensione al libro “Shahu Shqiptar në vite” di Kristaq Andoni e Muharrem Ibrahimi

XIV (23 dicembre 2012): La Nazionale maschile di scacchi conferma il primato nello sport albanese di squadra [Olimpiadi 2010 e 2012]

Articoli recenti

Tragedia di Genova, Console Durazzo: “Siamo profondamente addolorati, la comunità albanese presente anche in questa dolorosa situazione”

Genova e tutta la nazione piangono le vittime del crollo del ponte Morandi di Genova, tra cui la dolorosa perdita…

15 agosto 2018 16:09

Tragedia di Genova, ci sono anche due vittime albanesi

Come comunicato dall'Ambasciata d'Albania in Italia, ci sono anche due vittime albanesi nel crollo del ponte Morandi a Genova. Ad…

15 agosto 2018 13:10

La riforma giudiziaria e il processo d’integrazione dell’Albania: intervista ad Alberto Cutillo

L'ambasciatore italiano a Tirana, Alberto Cutillo, ha rilasciato una lunga intervista a Albanian Daily News dove ha affrontato numerose tematiche,…

13 agosto 2018 21:13

Dua Lipa a Prishtina per il Sunny Hill Festival

Partito ieri sera il Sunny Hill Festival organizzato dall'omonima associazione di Dua Lipa: la cantante albanese del Kosovo, inoltre, ne…

11 agosto 2018 21:49

Una nave artistica, opera di Ledi Shabani, nel nome di “Mikpritja” – “L’ospitalità”

Intervista con la scultrice albanese Ledi Shabani: "La Nave della Speranza", la mia dedizione per realizzare un’opera che mantenesse viva…

10 agosto 2018 15:47

La Classica a Valona: “Suoni di vita tra terra e mare”

Un’originalità che rielabora l’albanesità musicale con l’intento di portarla in una nuova dimensione, aulica ed estetica, di godimento del bello,…

10 agosto 2018 11:35