FIFA, solo una multa per Granit Xhaka e Xherdan Shaqiri

La FIFA ha deciso di non squalificare i due calciatori della nazionale svizzera per le loro esultanze nella partita vinta contro la Serbia; ha prevalso il buonsenso visto e considerato che in passato gesti simili non erano stati puniti con una squalifica.

Xherdan Shaqiri e Granit Xhaka non sono stati squalificati dalla FIFA per le loro esultanze – con le mani incrociate a ricordare l’aquila della bandiera albanese – nella partita vinta dalla Svizzera per due a uno contro la Serbia.

Il principale organo calcistico mondiale ha optato solo per una multa di 10.000 euro ai due calciatori, soprattutto perchè in passato gesti simili, come, ad esempio, quello delle ‘tre dita’ serbo, non erano stati puniti con una squalifica. Multato anche il capitano della Svizzera, Stephan Lichtsteiner, il quale aveva celebrato come i propri compagni dopo il gol vittoria del due a uno.

Alla fine è prevalso il buonsenso sia perché, come detto, in passato si erano registrati precedenti non puniti con squalifica e sia perché il gesto dell’aquila rappresenta soltanto un modo per celebrare, nel caso specifico di Shaqiri e Xhaka, le proprie origini albanesi. Non è assolutamente nè, come scritto molto in questi giorni, una provocazione politica nè tantomeno un gesto offensivo nei riguardi di qualcuno o qualcosa. E’ esclusivamente una dimostrazione di affetto e di quanto sia forte il legame tra questi calciatori e la loro terra natale e viceversa. Non è un caso, infatti, che nelle due capitali Prishtina e Tirana i gol di Shaqiri e Xhaka siano stati accompagnati da celebrazioni fino a serata inoltrata.

Albanesi e kosovari insieme per pagare le due multe

Nel frattempo, in Albania e in Kosovo, è partita un’iniziativa volta a raccogliere i 20.000 euro necessari per pagare le due multe inflitte dalla FIFA ai due giocatori. Non solo, il primo ministro Edi Rama con un post su Facebook ha comunicato l’apertura di un conto bancario per la raccolta fondi:

NON AVERE PAURA DELL’AQUILA”è il nome del conto bancario dove chiunque voglia potrà dare un proprio contributo simbolico, per pagare l’assurda multa inflitta dalla FIFA a Granit Xhaka e Xherdan Shaqiri.

Il gesto dell’aquila è il nostro segno distintivo di comunicazione in caso di felicità e con rammarico per chi ha mal interpretato il gesto di gioia del tutto spontaneo arrivato da un bellissimo momento sportivo, presso la Raiffesein Bank è stato aperto il conto ‘NON AVERE PAURA DELL’AQUILA” – le parole del premier.

MOS KINI FRIKE NGA SHQIPONJA është emri i llogarisë bankare ku gjithkush mund të japë një kontribut simbolik, për të…

Posted by Edi Rama on Tuesday, June 26, 2018


Albania News invece è impegnata in due iniziative, nella prima stiamo raccogliendo firme tramite la piattaforma Change.org per chiedere ufficialmente al Consorzio Unicode di darci un emoticon con il gesto dell’aquila (clicca qui per firmare  – siamo arrivati a 1281 firme al momento della pubblicazione di questo articolo), metre la seconda, tramite l’hashtag #FreeTheEagle stiamo pubblicando sui social le foto delle persone albanesi e non che vogliono ripetere tale gesto e mandarci la foto.
Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close