Come funzionano e chi lavora nei call center in Albania?

Top Channel, attraverso il programma Exclusive, ha dedicato un servizio ai numerosi operatori call center presenti in Albania sfatando alcuni miti, scoprendo che non solo i giovani vengono ingaggiati in questo tipo di impiego

I call center rappresentano il settore dei servizi, principalmente per quanto riguarda il marketing. Le varie compagnie di questo settore promuovono i loro prodotti o altri servizi dei numerosi business, principalmente di aziende straniere.

A causa della conveniente forza-lavoro che offre l’Albania, i call center sono diventati il settore che offre la più grande percentuale di occupazione tra i giovani.

Ma come funziona questa industria? Il programma televisivo Exclusive, dell’emittente Top Channel, gli ha dedicato un servizio approfondendo nel dettaglio la struttura e il funzionamento dei call center.

Il servizio

L’Albania è un paese caratterizzato dalla forte disoccupazione, soprattutto tra i giovani. Secondo i dati ufficiali dell’Istituto delle Statistiche Albanese (Instat) attualmente il 26,3% dei giovani nella fascia d’età che va dai 15 ai 29 anni non ha occupazione.

Questo valore sarebbe molto più alto se nel paese non esistesse un industria che offre occupazione su grande scala per i giovani tra i 15 e i 29 anni: l’industria in questione è quella dei call center. Sempre i dati Instat evidenziano come nel paese siano presenti ben 804 compagnie di call center, le quali offrono occupazione a più di 30.000 persone.

Ma perché questo settore è così ambito tra i giovani?

La risposta è nelle parole di Berta, una dei tantissimi operatori call-center che lavorano in Albania:

Ho iniziato a pensare di lavorare in un call center durante quel periodo, penso che molti studenti l’hanno avuta e l’hanno tutta come me, in cui desideravo avere una mia autonomia, soprattutto economica. Era l’unica possibilità di lavoro che offriva la comodità di lavorare 3-4 ore al giorno, in modo da poter seguire anche le mie lezioni e i seminari all’università.”

Un altro dato che sorprende, come testimonia Eglantina Bardhi di Together For Life, è che circa il 44% di tutti gli operatori call-center sono persone che convivono o che hanno anche una famiglia, rompendo così il credo che vedeva i call center solo come un’occupazione giovanile.

Il 90% di loro, inoltre, ha anche dichiarato in un sondaggio che con il salario dei call center mantengono le loro famiglie dimostrando ancor di più come questa occupazione stia diventando sempre più ‘popolare’ anche tra gli adulti.

Exclusive, 6 Maggio 2018 – Top Channel Albania

Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close