Salute

Albania, la mancanza di personale medico continua ad essere un problema

A causa della 'fuga di cervelli', l'Albania degli ultimi anni sta vivendo una crisi - soprattutto nelle aree di montagna - in quanto a numero di personale medico, il più basso pro capite dei Balcani

L’Albania ha il minor numero di medici pro capite in tutta l’area dei Balcani; una situazione che è andata peggiorandosi negli ultimi anni a causa dell’emigrazione di gran parte dello staff medico verso la Germania, che ha provocato mancanza di personale medico soprattutto nelle aree di montagna.

Come viene riportato dalla rivista economica albanese Monitor, secondo l’osservatorio globale della salute, l’Albania ha soltanto 1.2 medici ogni 1000 abitanti, il valore più basso nei Balcani e, purtroppo, non l’unico considerando che anche altre figure sanitarie come gli infermieri mancano di personale.

Queste mancanze di personale sono ancora più accentuate in alcune zone di montagna come Librazhd e Perrenjas, due distretti abbastanza grandi ma che stanno soffrendo negli ultimi mesi – oltre alla mancanza di infrastrutture – di quella del personale medico. I cittadini di queste zone, infatti, continuano a lamentarsi per la mancanza di medici qualificati, una parte dei quali è emigrata verso paesi più ricchi dell’Unione Europea come la Germania.

“La nostra zona da anni patisce la mancanza di medici e infermieri. L’infermiera viene soltanto una volta a settimana, e quando ci ammaliamo siamo costretti a telefonarla per farla venire.” – dice una cittadina del distretto di Librazhd.

Le affermazioni degli abitanti delle due aree mostrano che la copertura dello staff medico ambulatorio è sporadica e che i pochi medici rimasti devo riuscire a coprire molti villaggi contemporaneamente; ciò rende il loro lavoro più difficile e riduce l’accesso diretto dei pazienti al personale medico.

Servizio sanitario a tempo parziale

Dopo la divisione amministrativa del 2015, Librazhd e Prrenjas sono stati divisi in due comuni, che formano una popolazione totale di 77.132 abitanti.

Sebbene durante l’ultimo decennio ci siano stati investimenti in centri sanitari e ambulanze nei villaggi di questi due distretti, non ovunque le condizioni sono appropriate o di livello appropriate; questo è causato, per la maggior parte, dalla mancanza di medici o dalla loro presenza part-time.

Queste assenze diventano molto più problematiche durante il periodo invernale: lo scorso anno, ad esempio, una paziente del villaggio di Sopot, è stato costretto ad evacuare in elicottero verso l’ospedale municipale di Librazhd poiché nel villaggio non erano presenti nè medici e nè infermieri.

In altri casi, invece, alcune famiglie sono state costrette a recarsi all’ospedale più vicino con i muli, poiché le strade di collegamento erano impraticabili.

Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close
Close