FlashNews

UE chiede reintroduzione visti con Paesi balcanici

Nuovo allarme a Bruxelles per il flusso di ”domande di asilo infondate” in alcuni Paesi Ue da parte di cittadini di Serbia, Albania, Bosnia Erzegovina, Montenegro ed ex Repubblica jugoslava di Macedonia.La Commissione europea è infatti estremamente preoccupata e sta discutendo la reintroduzione temporanea degli stessi visti per i cittadini provenienti dall’area balcanica. A sollevare la questione era stata una lettera inviata nei giorni scorsi a Bruxelles da parte di Germania, Francia, Austria, Olanda, Belgio e Lussemburgo in cui si chiede di affrontare la questione in occasione del prossimo Consiglio affari interni dell’Ue, edi trovare al più presto un accordo per l’adozione entro la fine dell’anno del ‘meccanismo di salvaguardia’, cioè la reintroduzione dei visti in condizioni eccezionali. La richiesta di Germania, Francia, Austria, Olanda, Belgio e Lussemburgo è stata appoggiata anche dalla Svizzera. Qui, fra gennaio e agosto, le richieste di asilo provenienti dai cinque paesi balcanici sono state 3.000, in Germania 4.500, in Svezia 4.200 e in Lussemburgo 1.059.

Visualizza tutto

commenti su “UE chiede reintroduzione visti con Paesi balcanici”

Potrebbe interessarti anche