AlbaniaCronaca

Albania, giungle il divieto d’ingresso sul territorio degli Stati Uniti per il deputato Tom Doshi

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha vietato l'ingresso negli USA a Tom Doshi e alla sua famiglia, a causa del coinvolgimento del deputato in significativi atti di corruzione

Non solo Adriatik Llalla, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, infatti, dopo aver vietato all’ex procuratore di stato albanese e alla sua famiglia l’ingresso negli USA, ha reso noto oggi di aver preso lo stesso provvedimento per il deputo di Scutari, Tom Doshi; anche quest’ultimo e la sua famiglia non potranno più mettere piede negli Stati Uniti a causa del suo presunto coinvolgimento in importanti reati di corruzione:

“Il Dipartimento rende noto pubblicamente che al deputato albanese Tom Doshi ai sensi dell’articolo 7031 (C) è vietato l’ingresso negli Stati Uniti, a causa del suo coinvolgimento in atti di corruzione” – si legge sulla nota su Twitter.


La reazione di Tom Doshi

Il parlamentare Tom Doshi nella serata di ieri ha risposto al provvedimento del Dipartimento di Stato americano. In collegamento telefonico con News24, il deputato ha dichiarato di non temere il verdetto proveniente dagli USA poiché sicuro della sua innocenza:

“I miei figli hanno la cittadinanza australiana e non hanno bisogno di visti americani, anche perché non sono mai stati negli Stati Uniti, né loro né mia moglie. Tutto questo show solo per dire se ci daranno più il visto o no. In secondo luogo vorrei dire anche che ho richiesto il visto all’ambasciata quando ero sotto inchiesta e non mi è stato mai detto che la mia richiesta sarebbe stata rifiutata, anzi mi hanno detto che sarebbe bastato un ‘permesso’ dalla procura” – le parole di Doshi.

Sulle accuse di un suo coinvolgimento in importanti reati di corruzione:

“Per commettere certi azioni devi essere ministro o premier. Non ho mai fatto nulla del genere, sono il contribuente più grande d’Albania attraverso le mie compagnie ed imprese. Io spiritualmente mi sento pulito, ho avuto un intero paese contro, sono stato arrestato illegalmente e tuttavia continuo a sentirmi tranquillo, non come Llalla che era davvero coinvolto in queste cose.

Alla domanda dei giornalisti in studio: perché il divieto è arrivato solo per lei?

“Non fate domande stupide, sono stato la persona più votata in Albania. Non ho mai commesso reati di corruzione, sono apposto. Non vi preoccupate per questo.”

Argomenti
Leggi tutto

commenti per “Albania, giungle il divieto d’ingresso sul territorio degli Stati Uniti per il deputato Tom Doshi”

Close
Close