Politica Albanese

Albania: premier Rama presenta il nuovo gabinetto

Il premier albanese Edi Rama ha presentato oggi il nuovo gabinetto, nel suo secondo mandato, mantenendo diversi stretti alleati, sciogliendo il Ministero dell'Integrazione Europea e istituendo il Ministero per la Diaspora

Il premier albanese Edi Rama ha presentato oggi il nuovo gabinetto, nel suo secondo mandato, mantenendo diversi stretti alleati, sciogliendo il Ministero dell’Integrazione Europea e istituendo il Ministero per la Diaspora. L’annuncio è avvenuto durante la riunione dell’Assemblea generale del Partito socialista (Ps).

Il primo ministro albanese Edi Rama ha annunciato questa domenica il nuovo governo albanese. Per i prossimi quattro anni, 13 ministri lo aiuteranno a gestire il paese dopo che il suo Partito socialista, PS, ha vinto la stragrande maggioranza nelle elezioni del 25 giugno 2017.

Il nuovo gabinetto

Il nuovo gabinetto è stato ridimensionato a 13, 11 dei quali saranno ministri standard, mentre due saranno senza portafoglio. Il governo in uscita aveva 19 ministri, con 16 ministri standard e tre ministri senza portafoglio.

Nel nuovo governo, sei ministeri saranno guidati da donne mentre sette saranno guidati da uomini. Il nuovo vice primo ministro sarà una donna, deputato scelto nella città di Scutari, Senida Mesi.

Dopo un discorso di quasi due ore presso l’Assemblea Socialista, Rama ha anche annunciato di fare un rimpasto di diversi ministeri chiave. Uno dei cambiamenti più significativi che ha annunciato è stato il scioglimento del ministero dell’integrazione europea. È stato istituito un nuovo ministero di Stato per sostenere gli albanesi che vivono al di fuori dei confini nazionali, che sarà guidato dall’ex primo ministro Pandeli Majko .

È stato creato un nuovo ministero dello stato per la protezione degli imprenditori, che sarà guidato dall’attuale capo dell’agenzia per la restituzione e la compensazione delle proprietà, Sonila Qato.

La nuova squadra assumerà il mandato ufficiale a metà settembre, dopo che la costituzione del nuovo parlamento.

Tuttavia, il nucleo del gabinetto non è cambiato né in struttura né in nome. Il Ministro degli Esteri Ditmir Bushati ha mantenuto la posizione, mentre Fatmir Xhafaj è rimasto Ministro degli Interni e Arben Ahmetaj si occuperà del ruolo di Ministro delle Finanze. Questo ministero supervisionerà anche l’economia.

Leggi anche

Il ministero dell’istruzione e dello sport sarà ancora diretto da Lindita Nikolla e assumerà anche il Ministero di Gioventù. Il ministero della Salute prenderà anche la responsabilità della cura sociale e sarà guidato da Orgerta Manastirliu.

Il ministero dell’energia si fonde con il ministero delle infrastrutture, che sarà guidato da Damian Gjiknuri. Il ministero della Cultura sarà diretto da Mirela Kumbaro. Etilda Gjonaj dirige il Ministero della Giustizia, mentre il ministero della difesa sarà guidato da Olta Xhaçka.

Il nuovo ministro per l’agricoltura e lo sviluppo rurale sarà l’ex vice primo ministro, Niko Peleshi, mentre Blendi Klosi sarà il ministro del turismo e dell’ambiente.

“Questo è il mandato più difficile che abbia mai avuto quando si tratta di responsabilità. Dobbiamo essere super motivati e organizzare e governare insieme ai cittadini”, ha detto il premier Edi Rama.

Per la prima volta nei 25 anni dopo la caduta del regime comunista, tutti i ministri del governo appartengono allo stesso partito, senza alleati. Nelle politiche dello scorso 25 giugno il Ps di Rama ha ottenuto da solo il controllo del parlamento con 74 seggi, sui 140 di cui è composta l’Assemblea nazionale.

“Abbiamo chiesto un mandato tutto per noi e lo abbiamo ottenuto. Ora dobbiamo superare noi stessi per essere fedeli ai cittadini che si sono fidati di noi”, ha detto Rama.

Leggi anche

Pandeli Majko, Ministro per la Diaspora nel Governo Rama

Argomenti
Visualizza tutto

commenti su “Albania: premier Rama presenta il nuovo gabinetto”

Potrebbe interessarti anche