2 EuropeAlbaniaCronaca

Gramoz Ruçi replica allo scetticismo olandese: la droga e la prostituzione non sono state inventate dagli albanesi

Ieri, in occasione della giornata dedicata all'Europa, Gramoz Ruçi ha anche commentato i dubbi dell'Olanda sull'apertura dei negoziati ufficiali tra l'Albania e l'Unione Europea

Il Presidente del Parlamento Albanese, Gramoz Ruçi, ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti ieri in occasione della giornata dedicata all’Europa. Nelle sue dichiarazioni, Ruçi ha anche affrontato il tema dello scetticismo dell’Olanda per l’apertura dei negoziati ufficiali dell’Albania in ottica Unione Europea.

Non si può macchiare l’intero paese per qualche criminale albanese nei Paesi Bassi. La prostituzione e la droga non sono state inventate dagli albanesi ma sono state trovate in Europa; la cannabis è una macchia nera per l’Albania, ma i semi di cannabis e la tecnologia che la riguardano provengono dai Paesi Bassi soprattutto poiché sono anche il principale mercato di vendita.” – ha dichiarato il capo del parlamento.

Gramoz Ruçi, inoltre, ha dichiarato di non essere d’accordo con quanto detto dai vertici olandesi:

Non sono completamente d’accordo con quello che hanno detto. Noi abbiamo fatto la nostra scelta, ovvero far crollare il regime comunista. Se l’Albania viene definita per alcuni criminali, dico apertamente che noi non siamo loro. Il popolo albanese che vive nei paesi dell’Unione Europea è contribuente.

All’Eurovision Song Festival 2018 ci sono tre artisti albanesi, non olandesi – ha continuato Ruçi, che successivamente ha anche commentato la questione riguardante Saimir Tahiri:

In 27 anni che sono in parlamento, ci sono state molte accuse per molti altri deputati, sia di sinistra che di destra dal 1991 ad oggi, iniziando da me. Mai nessuno ha lasciato la propria carica, è il primo caso e per questo deve essere ben accetto e valorizzato.

Qui menzionerei Churchill, il quale disse che la politica non ha morale, ma all’interno dell’immoralità c’è una morale e in questo caso le dimissioni di Tahiri mostra che questa morale rimane nell’immoralità della politica.”

In conclusione, Ruçi ha commentato l’incidente con i simpatizzanti del partito comunista al cimitero dei martiri il 5 Maggio, così come anche il disegno di legge proposto dal Lulzim Basha per fermare i simboli del comunismo:

Volevo salutare tutte le forze politiche che il 5 maggio hanno commemorato i martiri. In nessun modo quel giorno commemorativo può essere rovinato, nemmeno da quel brutto atto che per me è accaduto quel giorno. Se c’è qualche vuoto legale in questo senso da ‘riempire’, il partito d’opposizione può intraprendere qualsiasi iniziativa in tempo utile.” – ha concluso Ruçi.

Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close
Close