Albania

Consoli onorari senza onore

Un’inchiesta di Issi sui consoli onorari dell’Albania in Italia ai quali è terminato il mandato ma continuano a partecipare in iniziative pubbliche e tessere legami in nome dei cittadini albanesi.

Sono tre le rappresentanze consolari di carriera dell’Albania in Italia: a Roma presso l’ambasciata, a Milano e Bari. Oltre a queste sedi, dopo il 2000 è aumentato in modo significativo il numero dei consolati onorari. Per poter diventare console onorario non bisogna essere diplomatici di carriera. Solitamente è il paese di invio, cioè l’Albania, che li nomina e possono essere cittadini albanesi residenti di lungo periodo in Italia, oppure italiani che si sono particolarmente distinti in opere a favore del paese delle aquile. Si tratta di stimati professionisti che oltre ad avere determinate qualifiche godono anche dell’appoggio della comunità albanese residente nel territorio di loro competenza, mettendosi a sua disposizione durante il loro mandato.

Dopo aver ricevuto le lettere patenti dalle autorità albanesi, il console entra in servizio al momento dell’Exequatur, atto con il quale lo stato italiano permette l’esplicarsi dell’attività consolare. L’Exequatur dura 5 anni, dopo i quali, se non rinnovato l’incarico del console cessa di essere tale.

Allora esaminiamo, chiedendo ovviamente spiegazioni a chi di dovere, alcuni casi.

Quello più evidente è il caso di Giovanni Firera, ex console onorario per il territorio della provincia di Torino. Prima della nomina di questo signore non siamo riusciti a risalire a collegamenti tra lui e l’Albania. In molti articoli della stampa troviamo la dicitura “Console dell’Albania in Piemonte”, quando la giurisdizione all’epoca è stata rilasciata solamente per la provincia di Torino. Dall’ambasciata infatti ci spiegano che i consolati onorari vengono rilasciati solamente su base provinciale, in quanto l’ambito regionale è sotto la giurisdizione dei consolati di carriera.

Abbiamo provato allora a chiedere spiegazioni all’Ambasciatore albanese a Roma, S.

E Llesh Kola, il quale ci ha risposto che l’ambasciata ha avuto segnalazioni del genere anche in passato e ha attivato le dovute comunicazioni istituzionali sia in Albania che in Italia, in merito a questo questione. “Il nostro paese (Albania ndr) attualmente non ha nessuno console ne a Torino e tantomeno in Piemonte, – ci dice l’ambasciatore, – Il signor Giovanni Firera è un ex console onorario della Repubblica albanese per la provincia di Torino”.

Nel sito del sedicente consolato italiano a Torino, ci risulta che “il Console” abbia svolto attività senza interruzioni e continui a farlo tutt’ora. Oltre a questo fatto è decisamente fuorviante che il materiale sulle attività svolte riportato nel sito non abbia nessun tipo di riferimento temporale o esplicativo. Chiaramente alcune foto non bastano a legittimare le attività svolte fuori mandato. “Ogni individuo si assume le responsabilità delle conseguenze che derivano dalla proprie azioni”, sostiene l’Ambasciatore Kola, in merito a questi tipi di comportamenti.

Anche Albanianews ha rischiato di alimentare questo meccanismo, rivolgendo un invito al “Console” Firera, in qualità appunto di console onorario, per l’iniziativa del 12 giugno a Modena . Il sig. Firera ha risposto alla nostra mail tempestivamente il giorno dopo, il 25 maggio scorso, firmandosi come Console onorario dell’Albania in Piemonte.

Alcune realtà associative albanesi ci informano che, premesso il perdurare dell’esercizio “abusivo” delle funzioni consolari del sig. Firera, è stata inviata una comunicazione a tutti gli enti pubblici piemontesi per metterli a conoscenza del termine del suo mandato. D’altronde, la prova che abbiamo fatto anche noi nella nostra verifica è molto semplice. L’organo che concede l’exequatur ai consoli onorari in Italia è il Ministero degli Affari Esteri in Italia. Nel suo sito esiste l’anagrafe di tutto i consolati di carriera e onorari. Nella voce consolato onorario albanese per la Provincia di Torino non c’è nessun nominativo.

Su questo versante abbiamo chiesto all’Ambasciatore Kola che anche il sito dell’ambasciata albanese fosse “ripulito” dei nominativi degli ex consoli. “L’ambasciata farà tutte le modifiche tecniche affinché sul suo sito ufficiale compaiano solamente i consoli in carica”, afferma l’Ambasciatore Kola.

Secondo Giovanni Lauria, responsabile dell’Ufficio di Rappresentanza di Torino della Camera di Commercio ed industria di Tirana, Firera si muove utilizzando i titoli diplomatici di cui non è più in possesso “inducendo in errore enti, istituzioni e persone fisiche anche di rango istituzionale. E questo danneggia anche l’immagine di chi opera nella correttezza in favore dei buoni rapporti fra Italia e Albania”.

Navigando su internet abbiamo notato un’altra notizia, nelle pagine de la Repubblica di Bari. Il 12 aprile 2010 a Bari si è svolta un’iniziativa pubblica dal titolo “Giornata d’amicizia Italia – Albania”. Tra gli altri prendeva parte anche il Console onorario albanese per la Toscana, S.

E Lutfi Guri. Allora abbiamo ricontrollato le liste e non ci risultava che ci fosse un console in carica per la Toscana. “Il sig. Guri è stato Console onorario dell’Albania per la sola provincia di Firenze fino al 2006”, ci ha risposto di nuovo l’Ambasciatore Kola.

Episodi di questo tipo e comportamenti non trasparenti, a prescindere dai giudizi sulle persone, sicuramente non aiutano l’Albania e tantomeno la comunità albanese che dell’Italia ha fatto la sua seconda patria. Noi ci auspichiamo che le istituzioni albanesi e italiane possano in tempi ragionevoli evitare il ripetersi di situazioni cosi imbarazzanti.

Nello stesso tempo pensiamo che sia arrivato il momento che anche l’associazioni/1smo albanese possa alzarsi di livello e fare in modo che questi comportamenti non vadano a creare inutili fratture all’interno della comunità, dei gruppi singoli e di tutti gli individui più in generale.

Contattato sia via mail sia via telefono, il sig. Firera non si è reso disponibile e non ha risposto alle domande di Albania News, qui elencate. Rimaniamo comunque a disposizione per eventuali smentite!”

Argomenti
Leggi tutto

commenti per “Consoli onorari senza onore”

Potrebbe interessarti anche

Close
Close