“La sorgente accanto al ginepro”, eco crudele di un’Albania senza tempo

Di tradizione si può anche morire. Oppure, se ne può fare un racconto struggente, eco crudele di un’Albania senza tempo, dove fra una sorgente perennemente impassibile e un cespuglio di ginepro, una giovane donna velata di rosso affiora e scompare, come a reclamare il suo sogno di sposa.