Associazioni

La comunità albanese di Abruzzo e Marche celebra la storia e la sua integrazione

Un'iniziativa di carattere Culturale all'insegna dell'integrazione sociale nel nome delle identità culturali

Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con la comunità albanese di Abruzzo e Marche, giunto ormai alla sua settima edizione, sempre con grande seguito e numerosa partecipazione dei suoi connazionali, in occasione del “giorno della Bandiera” che celebra i 105 anni dell’Indipendenza dell’Albania, nella simbolica data del 28 Novembre.

Due giornate (24 e 25 Novembre) dedicate alla storia e alla cultura albanese, con il Concerto live del 24 novembre, al Ristorante “Acquamarina” di San Niccolò in cui saranno ospiti due cantanti di spicco della musica albanese, Greta Koci e Altin Sulku; ma anche alla conoscenza della cultura e dell’arte albanese, con reading e incontri con scrittori e personaggi di cultura.

Un’occasione inoltre, per mostrare un’integrazione positiva e propositiva: non mancheranno infatti momenti di riflessione sul legame con il territorio e sul gemellaggio creatosi fra Italia e Albania, e del sentimento di fratellanza nato e rafforzatosi nell’incontro e nella convivenza quotidiana con la società d’insediamento degli ex migranti albanesi, divenuti cittadini attivi e partecipi alla vita di tutta comunità abruzzese e marchigiana.

A partire dalla recente premiazione di Ermal Meta come Best Italian Act agli MTVEma2017, il giovane cantautore di origini albanesi, un esempio di come la tenacia, la dedizione e la determinazione siano la chiave non solo del successo ma anche del saper conciliare le proprie diverse risorse e appartenenze in un unico grande e nobile fine: un’integrazione reale e fruttuosa, utile e benefica per tutta la società, sempre più plurale. Molti saranno gli spunti per parlare delle nuove generazioni e di una nuova narrazione dell’incontro fra diverse culture accomunate dalla voglia di condividere insieme i momenti di gioia e di conoscenza reciproca.

Associazione IRISL’associazione interculturale Iris Onlus, il promotore dell’iniziativa, da anni si pone come punto di riferimento per la comunità albanese con numerose e capillari attività di stampo interculturale e progetti di mediazione nell’ambito sociale, scolastico e lavorativo. Si tratta di una realtà associativa che abbraccia tutta la comunità albanese in Abruzzo e Marche, la più consolidata e la più numerosa (2° comunità).

Riprendendo le parole della presidentessa Silvana Xheneti, il suo obiettivo è quello di “arrivare, mettendosi a disposizione degli Enti preposti, ad una giusta ed equa integrazione che basandosi su tre cardini fondamentali diritti-doveri e opportunità, possa dare a tutti i cittadini di buona volontà l’orgoglio di rivendicare la propria identità e l’onore di essere considerati a tutti gli effetti cittadini abruzzesi e marchigiani”.

Iris Marche 2

Silvana Xheneti, la presidentessa dell’associazione promotrice, nei suoi 23 anni di permanenza in Italia è stata sempre molto attiva nel sociale, ragione per cui è divenuta un punto di riferimento per la comunità, un “modello vivente per l’integrazione”, grazie al suo costante impegno, costanza, sistematicità e coerenza. Impegno che ha portato alla sua partecipazione come relatrice e testimonial in numerosi convegni svolti sia nella provincia di Teramo che a regione Abruzzo e Marche.

L’auspicio di queste numerose attività portate avanti è che l’integrazione possa essere occasione di crescita, una risorsa all’interno della società moderna proiettata verso un futuro all’insegna della condivisione, partecipazione e convivenza pacifica.

Argomenti
Leggi tutto

commenti per “La comunità albanese di Abruzzo e Marche celebra la storia e la sua integrazione”

Potrebbe interessarti anche

Close
Close