Associazioni

Torino dedica un luogo della Città alla memoria di Madre Teresa

I capigruppo del consiglio comunale della Città di Torino accolgono all’unanimità la proposta delle associazioni italo-albanesi di Torino di dedicare un sedime urbano a Madre Teresa di Calcutta.La Commissione Toponomastica della Città di Torino, convocata dal presidente del Consiglio comunale Giovanni Maria Ferraris, ha stabilito ieri di dedicare un luogo della città alla memoria di Madre Teresa di Calcutta, religiosa di origine albanese e premio Nobel per la Pace nel 1979.

La Commissione stessa individuerà il sedime stradale o giardino che recherà il nome di Madre Teresa, nata nel 1910 e scomparsa in India nel 1997, poi proclamata beata da Papa Giovanni Paolo II nel 2003.

L’iniziativa segue alla proposta di tre associazioni italo-albanese presenti sul territorio -Madre Teresa, Art@mia e Infiniti Mondi- che ringraziano i capigruppo del Consiglio comunale di Torino per aver abbracciato l’idea di dedicare un luogo della città al nome di Madre Teresa di Calcutta, figura emblematica del dialogo fra le religioni e della solidarietà internazionale. I rappresentanti delle associazioni hanno così espresso la loro gioia e soddisfazione per la possibilità di ospitare nella città in cui vivono e operano da anni un luogo simbolico dedicato a Madre Teresa; in questo modo la religiosa diventa figura di riferimento nella quale riconoscersi come una comunità aperta ed espressione di una rete viva di persone e culture che abitano il territorio. Le tre associazioni operano infatti da anni nella città di Torino, nel campo della promozione artistico-culturale e della cooperazione internazionale.

Le associazioni:image02L’associazione Madre Teresa di Torino, da oltre dieci anni a Torino, raccoglie al suo interno membri della comunità cattolica albanese della città e organizza numerose attività rivolte ai fedeli, fra cui la Santa Messa in lingua albanese. image03L’associazione Art@mia , nata nel 2008 da un gruppo di operatori, artisti e intellettuali albanesi di Torino, promuove sul territorio la cultura, le tradizioni e l’arte del Paese balcanico svolgendo inoltre un continuo lavoro in armonia con l’importante rinascimento culturale e artistico dei giovani di prima e seconda generazione in Italia.image01Infiniti Mondi è un’associazione onlus, laica e apartitica, nata nel novembre 2011 in continuità e in evoluzione con le attività promosse da Idee Migranti onlus a Torino dal 2006. Infiniti Mondi è attiva nell’ambito della cooperazione internazionale e dell’intercultura, in particolare in Albania (a Guri i Zi – Scutari); sostenendo l’istruzione scolastica dei bambini poveri, opera in un’area dove è già in atto un progetto di microimpresa tessile con alcune donne della comunità, iniziato con Idee Migranti.

Argomenti
Visualizza tutto

commenti su “Torino dedica un luogo della Città alla memoria di Madre Teresa”

Potrebbe interessarti anche