Curiosità

Albania, Bosnia e Cina: i passaporti diventati più potenti nel 2018

Secondo l’indice Henley che classifica i passaporti in base al numero dei paesi che il cittadino di quella nazione può visitare senza visto - l'Albania sale all'88esimo posto. Nel 2008 era 155esima.

Il titolo del passaporto più potente del mondo cambia proprietario di settimana in settimana. Se fino ad una settimana fa il titolo era nelle mani della Germania, negli ultimi giorni il Giappone si è fatto sotto ed ha conquistato il primo posto.

La classifica si basa sul numero di paesi in cui il titolare del passaporto può entrare senza visto o, in alternativa, ottenere un visto all’arrivo (Henley Passport Index )

Oltre ai cambi di posizione nella parte superiore della classifica, c’è anche qualche risultato sorprendente nella parte medio-bassa della classifica.

La Cina, ad esempio, che era 162esima nel 2008, attualmente ha scalato ben 44 posti per classificarsi al 118esimo. Non è l’unica ad aver scalato in maniera così impressionante la classifica; anche i piccoli paesi europei, infatti, hanno fatto passi da gigante.

Come l’Albania, al 155esimo posto nel 2008, che ha scalato ben 67 posizioni – il massimo risultato in tutto il mondo – negli ultimi dieci anni.

Più ci si avvicina all’Europa, più il passaporto diventa potente

Una delle ragioni principali è sicuramente la liberalizzazione dalla parte della UE, seguita a catena anche da altri stati che prima non avevano la stessa considerazione nei confronti dell’Albania.

La candidatura all’UE ha aiutato anche la classifica di un altro paese. Nel 2008, infatti, la Bosnia-Erzegovina era al 143esimo posto mentre ora è risalita al 86esimo posto grazie soprattutto all’accesso nell’area Schengen del 2010.

D’altra parte invece, la Sierra Leone è il paese che è perso più posizioni. Nel 2008, infatti, il paese africano era al 90esimo posto, mentre attualmente staziona al 132esimo posto.

Il crollo è dovuto in gran parte all’epidemia di Ebola che ha colpito la Sierra Leone nel 2014. L’epidemia, che ha colpito anche Guinea e Liberia, ha causato la morte di 11.300 persone in totale nei tre paesi. Subito dubito la diffusione della malattia, molti paesi come gli Stati Uniti, l’Australia e il Canada hanno emesso ed attuato alcune forme di restrizione contro i visti della Sierra Leone.

Argomenti
Leggi tutto

commenti per “Albania, Bosnia e Cina: i passaporti diventati più potenti nel 2018”

Potrebbe interessarti anche

Close
Close