Torino, giovedì 13 dicembre il concerto della musicista albanese Elina Duni

A partire dalle ore 21:30, al Folk Club di via Perrone 3bis a Torino, Elina Duni si esibirà in concerto.

Per «Radio Londra», al Folk Club di via Perrone 3bis a Torino, giovedì 13 dicembre, ore 21.30, concerto di Elina Duni, Rob Luft e Enzo Zirilli. 

Una voce femminile ammaliante e seducente, la versatilità di un chitarrista prodigio e un accompagnamento esperto e mai banale, per un progetto musicale che condurrà gli spettatori in un viaggio attraverso canzoni folk senza tempo che ancora oggi risuonano meravigliosamente.

Tutto questo è Songs of Love and Exile, il freschissimo e accattivante progetto di Elina Duni, artista albanese già ospite del FolkClub nel 2014, e del giovanissimo chitarrista jazz britannico Rob Luft, ammirato già nel 2016 sul palco del club: una serata speciale per la collaudatissima rassegna jazz del FolkClub, capitanata dall’onnicomprensivo Enzo Zirilli.

Elina Duni e la sua musica

Elina Duni fa parte della nuova generazione di musicisti globali, che usa l’improvvisazione e altri strumenti associati al jazz per trasformare la musica popolare e tradizionale.

Tuttavia, la cantante ha affermato che da giovane non era molto attratta dalla musica popolare, che al contrario, era amata dai suoi nonni. Ha frequentato una scuola musicale in Svizzera e proprio lì, un amico pianista, le chiese se conoscesse qualche canzone tradizionale albanese ma lei rispose di no.

Da quell’istante iniziò la sua ricerca alla scoperta delle canzoni tradizionali albanesi poi trasformatosi in una vera e propria passione. Pur improvvisando e ‘modificando’ le canzoni, la cantante – assieme al suo gruppo – gestisce sempre con profondo rispetto le melodie originali.

Elina Duni ha lavorato con canzoni popolari albanesi a partire dal 2004. Le considera tematiche centrali nella sua arte e ha sempre affermato di essere commossa dalla loro poesia ogni qualvolta che canta.

I suoi testi parlano di amore, onore, lussuria, difficoltà, perserveranza, relazione dell’uomo con la terra natale (come nella grande tradizione delle canzoni popolari) e morte. E, soprattutto, non c’è bisogno di conoscere l’albanese per poter apprezzare lo stile unico e trascinante di Elina Duni e della sua band.

Ti potrebbe anche interessare: Elina Duni, l’anima dei Balcani

 

Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close