“Una razza dimenticata” l’opera straordinaria sui Pelasgi e i loro discendenti ?

L'antica e quasi mitologica razza pelasgica in realtà non è mai scomparsa, ma continua a vivere nella stirpe degli albanesi

Partendo dalle proprie conoscenze linguistiche e antropologiche, Edouard Schneider si rese conto che l’antica e quasi mitologica razza pelasgica in realtà non è mai scomparsa, ma continua a vivere nella stirpe degli albanesi, che non a caso conserva la lingua e alcune tradizioni pelasgiche.

Una razza dimenticata è opera straordinaria e unica nel suo genere, oggi ormai introvabile dopo l’edizione originale del 1894.

Essa rappresenta un approfondito studio di natura linguistica e antropologica nel quale l’autore individua connessioni fra le lingue etrusca, pelasgica e albanese, giungendo alla conclusione che quest’ultima è la più antica lingua d’Europa e gli albanesi sono fra i popoli più antichi della Terra.

Una razza dimenticata. I Pelasgi e i loro discendenti
1 Recensioni
Una razza dimenticata. I Pelasgi e i loro discendenti
  • Edouard Schneider
  • Editore: Besa
  • Copertina flessibile: 173 pagine

Biografia di Edouard Schneider

Edouard Schneider è un autore francese nato e vissuto nell’Ottocento. Alla fine del XIX secolo lavorò come ingegnere capo nella città di Scutari, nel Nord dell’Albania, per conto dell’Impero Ottomano. Durante la permanenza nella regione, imparò perfettamente la lingua albanese, in particolare il dialetto gheg, ed entrò in contatto con i miti e le leggende, i racconti, le fiabe e le tradizioni delle tribù dell’Albania del Nord.

Potrebbe interessarti anche

L'enigma della lingua albanese
1 Recensioni
L'enigma della lingua albanese
  • Elton Varfi
  • Editore: Independently published
  • Copertina flessibile: 530 pagine
Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close