Cucina Albanese

I “miei” biscotti natalizi

I biscotti natalizi di aspetto anglosassone, dagli ingredienti italiani e dalla ricetta di una appassionata albanese

Natale si avvicina e in tutte le case corre l’obbligo di iniziare i preparativi per le festività e addobbare le stanze. In casa nostra, da quando sono arrivati i bambini, oltre alle palline colorate, le luci e le altre decorazioni, è tradizione addobbare l’albero di natale anche con i biscotti natalizi che facciamo ogni anno, tutti insieme, e magari invitando anche qualche amichetto.

La casa si riempie di risate, di musica, di magia e di profumi. E sono proprio questi ultimi che mi portano indietro nel tempo facendomi pensare alla mia infanzia. Di certo, non era tradizione da noi, fare questo tipo di biscotti, ma la cannella, i chiodi di garofano, le bucce di arance fatte seccare sopra la stufa a legna e lo sciroppo di zucchero, profumavano anche la piccola casa dei miei nonni a Tirana.

Non ho avuto le fortune dei miei figli: il benessere in cui vivono loro, i colori, i tanti giochi (forse anche troppi), ma ho avuto un infanzia felice lo stesso, piena di amore, magia, profumi. Le mie tradizioni oggi, sono un misto tra quelle albanesi e quelle italiane. Tutta la nostra casa è albanese e italiana come le mie ricette, come le nostre due lingue che parliamo, a volte, anche insieme; come il nostro modo di pensare ed amare.

Ma voi mi direte che i biscotti di cui vi racconto oggi non hanno nulla a che vedere con le tradizioni italiane e quelle albanesi perché in realtà sono un’usanza che arriva dal mondo anglosassone. Ed in effetti in parte è così dato che le origini di tale usanza si trovano in Nord Europa e in Gran Bretagna: secondo una leggenda, il primo omino di pan di zenzero sarebbe apparso alla corte inglese della regina Elisabetta I. Di indole scherzosa, la grande monarca si narra facesse spesso dono ai propri cortigiani di focacce che ne riproducevano le fattezze.

Un notevole impulso alla loro diffusione venne nell’Ottocento dalle fiabe dei fratelli Grimm e in particolare da quella di Hansel e Gretel, con la sua famosa casetta di marzapane. Le vetrine di fornai e panettieri iniziarono, infatti, a riempirsi di casette decorate con glassa, omini sorridenti e croccanti animali, tutti inseriti all’interno di complesse scenette natalizie.

Biscotti Natalizi Di Sonila 2

Con il passare del tempo gli omini di pan di zenzero, da semplici prodotti dolciari, iniziarono ad essere utilizzati anche come decorazioni per l’albero di natale. Dall’Europa la tradizione fu esportata in America, dove una nota rivista per ragazzi, il St. Nicholas Magazine, pubblicata tra la seconda metà dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, contribuì ad ampliare notevolmente il mito dell’omino di pan di zenzero, grazie ad una semplice storiella a puntate indirizzata ai bambini. Si trattava di una sorta di filastrocca, caratterizzata da versi in rima che narrava della frenetica fuga di un omino di pan di zenzero dalle fauci di una serie di affamati individui che lo inseguivano.

Ma pur essendo un dolce tipico di tradizione anglosassone, l’omino di pan zenzero ha acquistato negli ultimi anni sempre più fama anche dalle nostre parti, in particolare grazie alla saga cinematografica di Shrek, entrando nell’immaginario comune come il biscotto di Natale per eccellenza.

Biscotti Natalizi Di Sonila 4

Così sono entrati anche in casa nostra divertendo sia noi che i nostri ospiti e i nostri amici i quali ricevono un sacchetto regalo ogni anno. Ma la ricetta che utilizzo io, e che vi propongo qui, non è quella tipica del Nord Europa, anzi. Sicuramente l’aspetto è lo stesso, ma gli ingredienti e le quantità sono quelle più gradite alla mia famiglia. Questa, in realtà, è una ricetta di frolla italiana, ma rivisitata da me personalmente per dare ai biscotti maggiore friabilità e gusto.

A grande richiesta sui miei profili social, la condivido volentieri qui su Albania News perché possiate condividerla anche voi e perché possiate sempre trovarla facilmente.

Biscotti Natalizi Di Sonila 4
Stampa

I biscotti natalizi di Sonila

Non sono per nulla difficili da fare, basta seguire la ricetta passo dopo passo. I vostri figli saranno felicissimi, il vostro albero di Natale più bello e gli amici saranno meravigliati. Preparatevi, tutto quello che ci serve è: una bilancia, un mattarello, le formine, i coloranti alimentari, i saccapoche usa e getta e gli ingredienti che vi elenco subito:
Piatto: Dolce
Porzioni: 30 biscotti
Autore: Sonila Alushi

Ingredienti

  • 600 g di farina 00
  • 360 g di burro
  • 200 g di zucchero possibilmente di canna
  • 100 g di farina di mandorle
  • 6 tuorli
  • 1 cucchiaio cannella
  • Una decina di chiodi di garofano pestati
  • 1 cucchiaio cacao amaro
  • 1 cucchiaio zenzero in polvere
  • Ingrediente segreto: pensate ai vostri figli e ai vostri cari mentre li preparate.

Istruzioni

  • Se avete una planetaria, potete mettere gli ingredienti tutti insieme e farla lavorare per un minuto circa in modalità bassa, al numero uno. 

  • Quando l’impasto è omogeneo, lavoratelo per un altro minuto a mano e posatelo in frigorifero per almeno un ora prima di cuocere i biscotti. Se non avete la planetaria, nessun problema. Fate una “fontana” con la farina e poi aggiungete tutti gli ingredienti partendo dai tuorli e continuando con lo zucchero, la farina di mandorle, le spezie.

  •  Lasciate riposare l’impasto in frigorifero, in questo caso, anche due ore.

  • Per tirare bene la frolla sarà sufficiente sistemarla su un piano da lavoro leggermente infarinato (in alternativa tra due fogli di carta forno). Trattandosi, in questo caso, di biscotti friabili sarebbe meglio che fossero alti minimo 5-6 mm circa altrimenti si spezzerebbero subito.
  • Non dimenticate di mettere la carta da forno sulla teglia. Cuocete i dolcetti in forno non ventilato a 170° per 10 minuti circa, ma è sempre meglio tenerli d’occhio senza aprire spesso il forno. Fateci caso al profumo, quello dei biscotti cotti è facilmente riconoscibile.
  • Prima di decorarli, fateli raffreddare bene. Nel frattempo preparate la glassa che poi potete colorare come più vi piace.
    Biscotti Natalizi Di Sonila 3
  • Mescolate 300 g di zucchero a velo con sei cucchiai di acqua. Continuate a mescolare fino a sciogliere completamente lo zucchero ed eliminare eventuali grumi. Se la glassa dovesse risultare troppo liquida aggiungete altro zucchero a velo, un cucchiaio alla volta. Viceversa, se dovesse essere troppo compatta, aggiungete poche gocce d’acqua. La glassa deve avere una consistenza vischiosa.
  • Una volta pronta, dividetela in diverse ciotole per colorarla a piacere.
  • Inseritela negli saccapoche (tasca per pasticceria) ai quali, poi, taglierete un pochino la punta per utilizzarli come fossero dei pennarelli
    Biscotti Natalizi Di Sonila 5

 

Quindi stiamo preparando dei biscotti che sono di aspetto anglosassone, dagli ingredienti italiani e dalla ricetta di una appassionata albanese.

Perché è una storia d’amore la cucina, una storia d’amore tra tradizioni, culture, persone, sapori, prodotti, ricordi…

  • Difficoltà: bassa.
  • Tempo di preparazione: prendetevi una giornata libera.

Buona storia d’amore a tutti e Buone Feste!

Potrebbe interessarti anche

Argomenti
Close
Close