Erjon Nazeraj, con Habitus l’abito diventa uno stato di emergenza

Il progetto espositivo Habitus sarà realizzato all’interno dello spazio espositivo dell’Oratorio di San Quirino nel cuore del centro storico di Parma

L’Associazione Culturale A.p.s. T0 Studio organizza, con il patrocinio del Comune di Parma, la mostra “Habitus” con le opere dell’artista Erjon Nazeraj, a cura del critico Andrea Tinterri.
Il progetto espositivo Habitus riflette sul rapporto tra corpo e abitazione/rifugio, in un momento storico in cui il flusso immigratorio ricodifica il concetto stesso di casa e di protezione.

La mostra sarà realizzata all’interno dello spazio espositivo dell’Oratorio di San Quirino nel cuore del centro storico di Parma: la struttura settecentesca ospiterà il percorso scultoreo e fotografico di Erjon Nazeraj. Le fotografie sono realizzate da Valentina Scaletti con cui l’artista collabora da diversi anni, instaurando una progettualità complementare.

Il pubblico sarà accolto da un lungo rosario appoggiato a terra che accompagnerà lo sguardo verso l’abside della chiesa, luogo in cui sarà collocata una fotografia dell’artista avvolto da una coperta isotermica. L’abitazione diventa qualcosa da indossare, un lenzuolo, un sudario contemporaneo. L’abito diventa uno stato di emergenza che accomuna tutti: un simulacro salvifico.

Ai lati dell’abside due fotografie a strutturare il racconto: una parete di una cava di marmo, luogo da cui tutto potrebbe nascere, materia da plasmare, attraverso cui costruire; difronte coperte isotermiche accartocciate appoggiate sulla stessa parete fredda, abiti sottratti alla loro funzione. Una nuova emigrazione, un nuovo esodo: pezzi di abitazioni lasciati lungo il tragitto. Il fallimento di un esodo, di una fuga che non può essere compressa e minimizzata politicamente.

La mostra sarà aperta al pubblico fino 30 luglio 2018. L’ingresso è libero e l’esposizione è visibile dal giovedì alla domenica dalle 18.30 alle 20.00 e al mattino su appuntamento.

HABITUS di ERJON NAZERAJ

  • Oratorio di San Quirino, via Ospizi Civili 1 – Parma (PR)
  • Inaugurazione della mostra: venerdì 13 Luglio 2018, ore 19.00
  • Apertura: dal 14 al 30 Luglio 2018
  • Ingresso libero: dal giovedì alla domenica dalle 18.30 alle 20.00 e al mattino su appuntamento
  • Per info e appuntamenti: Associazione Culturale A.p.s. T0 Studio – Tel. 338 1404626
    associazionet0studio@gmail.com
  • Pagina evento su Facebook
Habitus, personale di Erjon Nazeraj
Habitus, personale di Erjon Nazeraj

ERJON NAZERAJ – BIOGRAFIA

Erjon Nazeraj nasce a Fier, Albania nel 1982. Nel 2001 si diploma in scultura al Liceo Artistico Jakov Xoxa di Fier. Nel 2008 si laurea in scultura all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Attualmente vive e lavora fra Italia e Albania, risiede a Parma.

Mostre personali

  • 2008 Installazione Upstream sulla facciata di un palazzo di Bologna (evento curato da Isabella
    Falbo)
  • 2011 Flirt, Associazione Culturale Made in Art, Parma durante la Giornata del Contemporaneo
    LAT – Love Approach Together
  • 2013 Inside/Rinascite, Spazio Pasubio, Parma, collaborazione con Associazione Culturale
    Lunatici, Parma
  • 2014 Inside, curata da Andrea Tinterri, Palazzo del Governatore, Parma
  • 2015 performance Sindone -Conteporary Shroud, The Gallery on The Corner, Londra, in
    collaborazione con BAG Gallery Parma
  • 2018 Memorie, Spazio Arte C. Farioli, Busto Arsizio (VA)

Mostre collettive

  • 2011 Drawings Wall, Galleria d’arte Paolo Maria Deanesi, Rovereto
  • 2012 515’, progetto curatoriale di Federica Bianconi, Arte Accessibile Milano
  • 2013 Destinazioni, Arte Fiera a Padova
  • 2014 Beyond the Border, curato da Domenico Russo e Giulia Daolio, Reggio Emilia
  • 2015 Paratissima 11, Torino
    Hit Parade di Paratissima, Museo Nazionale del’Automobile, Torino
    Entra a fare parte della collezione Imago Mundi Albania / Knots 163 Contemporary
    Artist from Albania, Luciano Benetton Collection
  • 2016 Rrugetimi i gjate dhe i bukur, Galeria e Artit Fier, Albania
    Il mondo numero Zero, Galleria Artasylum, Fermo
    Wopart, Work on paper Fair, Lugano
    Seconda edizione di Shenja e re Shqiptare, Galeria e Artit Fier, Albania
  • 2017 Vince il primo premio della prima edizione Premio Arte Farioli, Busto Arsizio
    Artista finalista OfficinArs 2017, Villa Sistemi Reggiana, Reggio Emilia
    Museo Storico Archeologico di Nola, Napoli
  • 2018 Maledetti Albanesi, a cura di Luigi Marastoni e Sebastiano Zanetti, Casa del Mantegna,
    Mantova
Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close