Torino, Artissima 2018: quattro artisti albanesi per la 25esima edizione

Iva Lulashi, Edson Luli, Lala Meredith-Vula e Agron Hoti, rappresenteranno l'Albania e il Kosovo alla Fiera Internazionale di Torino

“ Se vuoi conoscere la realtà della Natura devi distruggere l’apparenza e più ti allontani dall’apparenza, più ti avvicini all’esistenza”  Meister Eckhart

Sospesa tra oriente e occidente con una natura affascinante e una cultura millenaria, l’Albania – oggi paese in forte espansione – si presenta alla Fiera Internazionale di Torino, un trampolino di lancio per artisti emergenti. Tra i numerosissimi artisti che vi parteciperanno, vi sono anche quattro artisti albanesi: Iva Lulashi, Edson Luli, Lala Meredith-Vula e Agron Hoti.

Il fil rouge della venticinquesima edizione della Fiera è “ il tempo” ( Time is on our side – Il tempo è dalla nostra parte) inteso non come statica cristallizzazione del ricordo e della celebrazione, ma proposto come flusso dinamico, in grado di imprimere il ritmo del cambiamento, preservando la sospensione temporale dell’emozione dell’opera d’arte.

Gli artisti albanesi

Iva Lulashi

La Galleria d’arte di Milano “Prometeo” si propone con l’artista albanese Iva Lulashi; 7 opere del “ Eroticommunism”, che portano immagini erotiche di una storia albanese raccontata attraverso i racconti della madre di lei, i dipinti occasionali del padre, alcune fotografie ritrovate e pochi ricordi d’infanzia. L’artista scava nella memoria sociale e collettiva dell’Albania e presenta con grande coraggio l’eros nell’arte che ancora oggi scaturisce malizia.

Iva vive e lavora a Milano. Si è diplomata all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Ha esposto i suoi lavori in diverse occasioni come alla Biennale Mediterranea e alla Galleria Nazionale delle Arti a Tirana. Le sono state riconosciuti vari premi, in Italia, in Austria e in Albania.

Edson Luli

Un altro autore albanese presentato della stessa Galleria è Edson Luli, nato a Scutari che vive e lavora a Milano. Anche lui effettua un’indagine continua sull’esistenza dell’essere e della sua relazione con l’ambiente, creando un’interazione visiva e verbale con il processo di produzione delle immagini presenti nella nostra vita quotidiana, nella quale l’osservatore diventa l’osservato.

Edson Luli ha terminato gli studi cinematografici presso l’Accademia delle belle arti di Brera a Milano.

Ha partecipato al festival del Film a Milano nel 2015, e a varie presentazioni mondiali di arte contemporanea come in Cile, a Venezia, a Tirana e a Milano.

Lala Meredith-Vula

Lala Meredith-Vula vive e lavora a Leicester (dove insegna all’Università Monfort), nel Regno Unito, ed è originaria del Kosovo. E’ presentata dalla Galleria Alberto Paola di Torino. E’ artista e fotografa: curiosa di conoscere diversi aspetti della vita delle persone nelle campagne del Kosovo, sviluppa un singolare interesse per i pagliai che a volte sembrano che siano animati, che stiano per parlare e raccontare la loro versione degli eventi. La sua fotografia viene scelta in bianco e nero, fatto che contribuisce a dare un senso di incertezza temporale.

Ha presentato mostre personali a Torino, Scutari, Prishtina, Londra, Roma, Oslo, Ginevra, Zagabria e in tante altre città, e mostre collettive a Chicago, Atene, Bruxelles, Londra, Roma, Genova ecc.

Agron Hoti

Agron Hoti (1970), vive e lavora a Verona. Ad Artissima viene presentato dalla Galleria Little Nemo di Torino con tre opere: Diabolik; Donald Duck/ Paperino  e The Avengers. Tre opere di collage e colla vinilica su tela con il mondo dei fumetti. Anche lui, per esprimersi, usa le immagini che la memoria collettiva degli archivi fotografici ha già consegnato alla storia; quindi è un artista concettuale. La galassia risiede nel fascino dei getti infiniti dell’astrazione trasferita con I colori sulle tele.

Hoti è il quinto vincitore della Biennale di Venezia 2018. Ha vissuto per 10 anni in Grecia lavorando su sculture e icone bizantine. In Italia arriva nel 2001 e si afferma come artista esponendo opere a Torino, Milano e Venezia. Si conferma al livello internazionale a New York, Parigi, Shangai, Casablanca e Tel Aviv.

Una delle sue opere, si trova al Parlamento tedesco a Dusseldorf, come l’unico autore straniero.

L’Artissima”, l’edizione della fiera torinese è stata inaugurata presso Oval Lingotto di Torino dal  0.2-04 novembre di quest’anno. Sono stati presentati 1000 artisti, 195 gallerie di 35 Paesi, 8 edizioni e 7 Premi.

Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close