“Quando la Cina era vicina, l’Albania lo era di più”, incontro con Nicola Pedrazzi

Presentazione del libro L’Italia che sognava Enver. Partigiani, comunisti, marxisti-leninisti. Gli amici italiani dell’Albania popolare, 1943-1976 di Nicola Pedrazzi (Besa Editrice). Partecipano Guido Armellini e Paolo Pombeni

Una poco nota storia italo-albanese, svoltasi in tempo di Guerra Fredda. Un tentativo di capire cosa accadde tra l'”Albania del Regno” e l'”Albania dei migranti”

Durante la guerra fredda, negli anni in cui i governi d’Italia e d’Albania riducevano ai minimi storici i loro contatti formali, la «Sinistra italiana» fu erede, custode e prosecutrice dell’inesauribile legame italo-albanese.

Zanichelli - Librerie.coop Nicola Pedrazzi

Se l’antifascismo non bastò ad appianare due visioni antitetiche del mondo comunista – quella monocentrica di un dittatore dell’Est, quella policentrica di Togliatti, fautore della «via nazionale» – lo stalinismo a oltranza rivendicato da Enver Hoxha trasformò l’Albania definita da Mao «faro del socialismo in Europa» in una sorta di laboratorio politico visitabile.

L'Italia che sognava Enver. Partigiani, comunisti, marxisti-leninisti. Gli amici italiani dell'Albania popolare, 1943-1976

Dalla fine degli anni Sessanta, i litigiosi movimenti marxisti-leninisti coagulatisi alla sinistra del PCI «revisionista» cercarono di appropriarsi della narrazione italo-albanese, recuperando il comune ricordo resistenziale e promuovendo il rigido parallelo Cina-Albania. Dagli archivi di Tirana emerge così un aspetto inedito dell’Albania Popolare: ovvero la sua «apertura».

Iniziativa in collaborazione con la Fondazione Gramsci Emilia-Romagna

Il libro è acquistabile dalla casa editrice Besa, online e su Amazon

Leggi anche la recensione del libro “L’Italia che sognava Enver


Altre Informazioni

  • 29/05/2018, 17:30 - 19:00
  • Ingresso: Libero
  • Organizza: Librerie.coop Zanichelli in collaborazione con la Fondazione Gramsci Emilia-Romagna
  • Categoria: Presentazione libro

Indirizzo e mappa


commenti per ““Quando la Cina era vicina, l’Albania lo era di più”, incontro con Nicola Pedrazzi”

Close
Close