Butrint

Il parco nazionale e la città antica

Albania, Un Ente Privato Gestirà Il Parco Archeologico Di Butrinto

Uno dei più importanti siti archeologici d’Albania, dichiarato Patrimonio UNESCO nel 1992, ospita le rovine dell’omonima antica città e il Parco Nazionale istituito dal governo albanese.

Città della storica regione dell’Epiro, secondo Virgilio venne fondata da Eleno, figlio di re Priamo. Lo storico Dionigi di Alicarnasso scrisse che anche Enea, in fuga da Troia, passò da Butrinto.

Fondata tra 10° e 8° secolo A.C., la cittadina nacque come centro che mercanteggiava con Corfù e con le vicine tribù illiriche del nord. Divenne protettorato romano nel 228 A.C. e, nelle intenzioni, doveva diventare una città di soldati romani veterani. Quelli a poco a poco lì trasferiti la ripopolarono e la dotarono, tra le altre cose, di un acquedotto e delle terme. La città aveva già un santuario, un teatro e l’agorà.

Distrutta quasi completamente nel 3° secolo da un terremoto, un secolo dopo divenne un vescovado e i vennero eretti il battistero e la Basilica, i cui pregevoli resti si possono vedere tutt’oggi nel Parco archeologico.

Gli scavi archeologici, cominciati già durante il ventennio fascista e proseguiti, a tappe e grazie a squadre di lavoro internazionali, fino ai giorni nostri, hanno via via riportato alla luce anche altri capolavori architettonici, come la famosa ‘Porta del Leone’.