Antigonea

L’antica città di Antigonea, nei pressi dell’attuale Gjirokastër, che ha lo status di Parco Archeologico, si trova su una collina (alta 700 m) sul lato est della Valle del fiume Drin, vicino al villaggio di Saraqinishtë.

Il Parco Archeologico di Antigonea

All’entrata del Parco c’è la Porta Principale, o Grande Porta, della Città Antica con due torri fortificate (III – II sec. AC).

Secondo lo storico antico Plutarco, Antigonea fu fondata da Pirro, il re dei Molossi, nell’anno 295 a.C. I Molossi erano una delle tre tribù dell’Epiro (nell’odierna Albania meridionale), che crebbe fino a diventare una forte stato in quel periodo.

Antigonea si sviluppò come un importante centro economico, sociale, culturale e politico, e alla fine del III secolo e all’inizio del II secolo a.C. prese forma come una polis (città-stato) e una degli insediamenti più portanti dell’antichità. La città fu chiamata Antigonea da Pirro dopo la sua prima moglie, la figlia dei nobili macedoni Berenice e Filippo. Successivamente Berenice sposò Tolomeo, re d’Egitto e successore di Alessandro Magno, alla corte del quale Pirro conobbe Antigone.

Nella parte sud, c’è la Piccola Porta con cinque torri difensive. Il Sistema di fortificazione meridionale è del III – II sec. a.C. ed è una struttura lineare.

Antigonea

Nella foto si vede l’abitazione ed edificio pubblico (III – II sec. AC). Accanto alla chiesa medievale durante gli scavi del 1986 è stata scoperta un’abitazione a peristilio di 18 m per 8,5 m. In base alla sua posizione nel centro della città e alla sua architettura, si presume che questo edificio sia un edificio pubblico o villa.

Più giù c’è la Chiesa cristiana del periodo bizantino, edificata tra il VII e il IX sec. D.C. con pietre e colonne di antiche case. La chiesa medievale è dei secoli IX-XI. A fianco c’è un cimitero dove sono state scoperte circa 32 tombe.

Sempre all’interno del complesso c’è un grande blocco di case a peristilio in vari modelli. Questa parte della città, con le sue case e canali, mostra quasi per intero lo sviluppo urbano della città, tutte della prima metà del III sec. D.C

Le strutture di questo blocco variano in base alla loro tipologia e funzione. Ci sono case con peristilio rettangolare, circondate da spazi abitativi e commerciali. Poi si vedono abitazioni con cortile e cancello posti su uno o entrambi i lati del cortile. Un’abitazione con un atrio al centro e spazi posizionati su entrambi i lati, alcune risalenti alla seconda metà del III secolo a.C.
Nelle vicinanze si trova anche una vecchia Fontana. Probabilmente costruita anch’essa nella seconda metà del III a.c..

Vicino al l’edificio con le colone si trova la Tomba monumentale (III – II sec. A.C.). Antica tomba di tipo macedone composta da due ambienti collegati tra loro. Le pareti erano state intonacate, il soffitto è una struttura a volta realizzata con un arco.

Notizie da Antigonea e dintorni

Non ci sono articoli disponibili