Agli albori del turismo culturale in Albania

Ruolo della rivista “Drini” nella nascita del turismo culturale in Albania

Di Silvia Masciali

Oggigiorno il turismo culturale, basato sulla valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, si identifica come un turismo sostenibile, un’ottima soluzione al turismo di massa che produce invece effetti negativi, come il numero elevato di visitatori e la concentrazione preferenziale di attività turistiche in aree limitate.

drini1In tempi recenti è emersa quindi la necessità di rivedere l’offerta turistica, puntando su un turismo sostenibile che preveda la gestione delle risorse in modo tale che le esigenze economiche, sociali ed estetiche possano essere soddisfatte mantenendo l’integrità culturale, i processi ecologici essenziali, la diversità biologica e i sistemi viventi (OMT). Si ritiene inoltre indispensabile la conservazione delle tracce, monumenti e manufatti delle civiltà umane.
Il turismo può essere considerato sostenibile se nella sua pianificazione tiene conto della capacità di carico ecologico e socio-culturale, coinvolgendo le comunità che vivono nell’area di destinazione degli spostamenti. Il turismo culturale è una risorsa di sviluppo economico sostenibile, che prevede la partecipazione delle comunità locali e necessita di idonee strategie di gestione che preservano e promuovono il patrimonio culturale.drini2

Il settore turistico deve essere integrato nelle politiche economiche e di crescita in atto, al fine di mitigare alcuni degli impatti negativi economici e sociali del turismo di massa.
Il cambiamento che si sta cercando di ottenere nel settore turistico coinvolge un po’ tutti i Paesi, soprattutto nazioni come l’Albania, che più di tutte, a causa di varie situazioni storiche-sociali, necessita di simile rinnovamento, che apporti uno sviluppo economico tale da non danneggiare la società.
L’Albania negli ultimi 50 anni è rimasta in ombra sotto il regime comunista che ha isolato il Paese dal resto d’Europa, abolendo ogni tipo di libera circolazione, fino ai primi anni del ‘90, quando il regime è crollato e l’indipendenza è stata raggiunta. Prima del 1944 si è intravisto un rapido sviluppo di rinascita della cultura albanese.

Leggi tutto:

Agli albori del turismo culturale in Albania (link)

SILVIA MASCIALI – FRONTESPIZIO-TESI (link)

Hai qualcosa da aggiungere a questa storia? Condividilo nei commenti.

Loading Facebook Comments ...