Gli albanesi ritrovano l’immagine della Madonna del Buon Consiglio

Domenica 31 maggio, nella ricorrenza della Patrona d’Albania, più di cinquecento cattolici albanesi si sono dati appuntamento al Santuario della Madonna del Buon Consiglio a Genazzano, vicino Roma. Dopo l’invasione ottomana di Scutari nel 1467, l’immagine della Madonna del Buon Consiglio fu infatti portata nella cittadina laziale.


L’iniziativa è stata promossa da don Pasquale Ferraro, coordinatore nazionale della pastorale per gli albanesi in Italia e dagli uffici Migrantes delle diocesi della provincia di Roma.

La Santa Messa, accompagnata da canti, è stata celebrata in lingua albanese dal arcivescovo di Scutari S.E Mons. Angelo Massafra.

“Lo scopo è di promuovere al’interno della comunità cattolica albanese immigrata nelle nostre diocesi una maggior consapevolezza della loro identità religiosa e della loro appartenenza ecclesiale. Ma oltre a questo l’iniziativa ha voluto anche offrire u’occasione di aggregazione e di condivisione fraterna della loro esperienza di migrazione”.

Nel pomeriggio, la festa dei pellegrini è stata accompagnata dalla banda musicale “Ensemble Musicale Aquila” con musica e folclore tradizionale albanese.

Durante la giornata, nel quadro del programma (FEI)- fondo per l’integrazione sociale e linguistica per i paesi terzi, L’Associazione della Comunità Albanese in Italia “Besa” ha presentato e condiviso con i connazionali presenti il programma PRISL Lazio (Piano Regionale d’Integrazione Linguistica e Sociale degli stranieri in Lazio), promosso dalla Direzione Regionale del Lazio, Ministero dell’Interno e dall’Unione Europea.

Hai qualcosa da aggiungere a questa storia? Condividilo nei commenti.

Loading Facebook Comments ...