Ricetta del pasticcio – Pastiçe

Rezarta Selami
Scritto da Rezarta Selami maggio 4, 2010 22:05

Ricetta del pasticcio – Pastiçe

Oggi vi proponiamo un piatto abbastanza tipico in tutta l’Albania: il “Pastiçe” (pasticcio). Molto semplice da preparare e alla portata di tutti.

Ingredienti: 300 gr di vermicelli, 2 uova, feta greca 100 gr, burro 20 gr, latte mezzo bicchiere, sale q.b, pepe q.b, formaggio grattugiato e besciamella …

Preparazione: Bollire la pasta in acqua salata e scolarlo quando è al dente. Aggiungere la feta tagliata a dadini, il burro, il latte, il pepe e mescolare. Adagiare il tutto in modo uniforme su una teglia unta precedentemente. Coprire di besciamella e una spolverata di formaggio grattugiato. Cuocere in forno per 25-30 minuti.

Rezarta Selami
Scritto da Rezarta Selami maggio 4, 2010 22:05
  • Albana L.

    Ricetta italianizzata, vedo. In Albania è completamente differente e mi limito ad un solo esempio: la pasta deve cuocere in forno, immersa in mezzo litro di latte intero fresco.
    Poi, da quando il formaggio bianco fresco sarebbe greco!?
    Viene fatto nei paesi della ex-Iugoslavia, Bulgaria, Albania, Grecia, Turchia, Siria, Palestina, Egitto etc. e il nome registrato “feta”, è un’altra furbata greca…

  • dule

    :-)Albi tu sei tuttologa…ma che ti venga un colpo quante ne sai!!
    Infatti, di pastici te ne intendi bene tu, ne combini una valanga..ci credo che sai bene anche le ricette:-))

  • Rezarta

    … Grazie Albana del tuo gentile commento. No la ricetta non è “italianizzata”, ma resa più facile per chi vive in italia e magari lo vuole provare a fare. In tutti questi anni che io vivo in Italia nn ho trovato il formaggio bianco fresco, prodotto in Albania o nei paesi del ex iugoslavia, ma solo la “feta greca”.Per quanto riguarda al resto, la mia mamma lo fa cosi, la mia nonna lo facceva cosi e io pure, quindi io scrivo solo quello che so fare e ovviamente puo darsi che esistono vari modi,o che il mio modo sia sbagliato, ma sicuramente viene buono uguale :-)… Ovviamente ragazzi, ogni uno poi decide se fidarsi o no :-) :-)…
    P.S il mio commento nn vuole assolutamente essere una polemica ma solo una sincera risposta… Sicuramente ne scrivero altre ricette che saranno più simili al modo di cucinare della mia compaesana, e mi farà piacere ricevere i sui commenti e consigli dei quali ne farò tesoro,e sono sempre ben accetti :-)

  • Albana L.

    La mia no era una polemica, ho semplicemente scritto che in Albania è differente, dandoti l’esempio della pasta che deve cuocere coperta dal latte. Di burro poi serbe almeno il triplo, della presenza del formaggio grattugiato ed il pepe è la prima che sento parlare.
    Sarà una ricetta modificata, pace!
    Sulla “feta” ti dò ragione, perché la Grecia da paese UE ha registrato il marchio, chiudendo di fatto la porta all’ottimo formaggio bianco turco, macedone o bulgaro; quest’ultimo viene venduto in secchi da 5 o 10kg sia negli Stati Uniti che il Canada. E meno male, perché è ottimo (assaggiato tante volte) e costa molto meno del formaggio greco, detto “feta”.
    In Italia consiglierei un formaggio alternativo alla carissima “feta”, molto simile come sapore, anche se dalla consistenza leggermente meno solida: il Quartirolo Lombardo.
    Ciao!

    Kokeboshit:
    Se io sono “tuttologa” tu sei NULLOLOGO!
    I pasticci e i pastrocchi dialettali, grazie alla mente ottusa che porti a spasso in Internet, li sai combinare solo tu!

  • dule

    :-))Albi ti voglio bene:-)) senza di te non so se cè la farei:-))

  • Alessia

    Come vengono usate le 2 uova menzionate negli ingredienti? Grazie e aspetto altre ricette da provare.

  • Albana L.

    Non so Rezarta, ma io le sbatto per qualche minuto, versandole all fine sopra la pasta immersa nel latte intero; mescolo un pò il tutto e poi metto la teglia nel forno alla temperatura di 170°C per circa 50minuti.
    Fatto proprio oggi a pranzo, usando il solito Quartirolo (non è il massimo ma almeno non costa il doppio del Parmigiano, come la cosiddetta feta) ed è venuto molto bene.

  • dule

    Eco Albi, guarda di fare qualche uova fritta e stirare qualche camicia..il resto lascia a fare agli altri..

  • Albana L

    Le uova fritte te le farei in testa Kokebosh, per inaffiarti il cervelletto arido; con la camicia di forza ti stirerei poi le braccia per darti una calmata, altro che lasciarti a dire o fare!
    E non scrivere sotto altri nick che sei troppo minchione per saperlo fare bene!

  • Odeta

    A me mi piace quando e divisa in due strati e ha il carne macinato con le cipolle in mezzo.

    Come si prepara la mistura? Devi tagliare le cipolle e frittarle in una padella con il carne macinato, ma non troppo fritto perche si diventa secco. A qualsiasi modo andra al forno dopo, quindi sara abastanza cucinato. Aguingere sale e pepe come si desidera. Dividere la mistura di pasta in due parti, una per il fondo, una per coprire tutto. Secondo a me devi mettere da parte un po di extra mistura bechamel senza pasta per la fine, mischiare con le uove, e coprire tutto prima di mettere in forno.

    Scusate il mio italiano e buon appetito.

Facebook