Serena Luciani

6 ARTICOLI 0 COMMENTI
sono una scrittrice, trovate la mia ultima opera, Terremoto a Tirana, un romanzo storico, in libreria e sul web, oltre che in italiano per Stampa Alternativa, già tradotto da Toena in albanese. Gli altri libri sono, sempre per Stampa Alternativa "Racconto dell'anno vecchio di Charles Dickens" (un falso falsissimo, esaurito nei MilleLire) e "Una di quelle era la mia casa" (voci di profughi dal Kossovo). Attualmente lavoro ad un romanzo di avventura ambientato in Nuova Zelanda, dove le due protagoniste italiane, una biologa veneziana e una pasticcera napoletana si incontreranno, allacciando una amicizia in grado di affrontare le varie pericolose peripezie che scaturiranno dalle scoperte della biologa. Tutto quel che ho fatto prima ( il correttore di bozze, il servizio opinioni rai, il redattore tv, il funzionario della pubblica istruzione, il segretario sindacale dei vigili del fuoco, l'addetto culturale all'estero, il regista televisivo e una breve intensa esperienza di sceneggiatrice teatrale, portava qui. Come avevo deciso da che avevo 8 anni, ma poi, la politica...

Per Dritëro Agolli, Tullio De Mauro, Predrag Matvejevic

Dritëro Agolli, Tullio De Mauro, Predrag Matvejevic. Cosa hanno in comune questi tre uomini di cultura europea e specificatamente mediterranea? Sono scomparsi in questo gennaio 2017, più o meno alla stessa età e a pochi giorni uno dall'altro. Di Serena Luciani

Una Turandot speciale al Teatro dell’Opera di Tirana, intervista al maestro...

Non sarà facilmente dimenticata l’emozione prodotta dalla Turandot andata in scena il 12, 14 e 16 dicembre al Teatro dell’Opera di Tirana, per la regia di Nicola Zorzi e con la scenografia di Manuela Gasperoni, entrambi già noti al pubblico dei melomani albanesi. Articolo di Serena Luciani

Skanderbeg torna a casa.

L'Opera di Antonio Vivaldi ebbe la sua prima messa in scena nel 1718 al teatro La Pergola di Firenze, poi andò smarrita, come molti altri suoi spartiti.

Deliri d’onnipotenza e limiti delle nostre democrazie mediterranee

Nei paesi in cui c'è un deficit di sviluppo democratico (come in Albania e in Italia oggi) si affermano i dittatori, oppure le personalità disturbate, afflitte da senso di onnipotenza. Così ci appaiono Berisha e Berlusconi, sono loro stessi a denunciare tale loro deformazione, attribuendo seriamente a se stessi una missione di salvatori della patria. Di Serena Luciani

2 luglio 1990 – Albania, fuga in Ambasciata

Una vera e propria ondata di rifugiati politici rischia di sommergere a Tirana le ambasciate di mezzo mondo, ma anche di mettere in crisi le timide riforme avviate dal presidente albanese Ramiz Alia.

In treno da Roma a Brescia – Sulle ali del novecento

Con il Dedalo Ensemble, le musiche di Alexander Peci e Thomas Simaku , il mio Terremoto a Tirana.