Anxhela Naka

4 ARTICOLI 0 COMMENTI
Nata a Fier ma si è trasferita piccolissima in Italia. Vive con la sua famiglia a Ururi, zona tradizionalmente arbereshe (lingua che Anxhela conosce); qui frequenta il quarto anno di Liceo Classico. Nutre una forte passione per le materie umanistiche e la scrittura, sia prosa sia poesia.

Sangue amaro

Sangue amaro. Il mondo non si può rinchiudere in una scatoletta a colori. Il mondo è là fuori e va vissuto ogni giorno. Non si può cambiare sulla poltrona di casa.

A quattro occhi con l’Ambasciatore

Il paese era in festa. Davanti all’immenso portone del comune si era radunata una piccola folla. Tutti attendevano l’arrivo di qualcuno; chi sperava in...

Futuro: con o senza l’arbëreshë?

Ci avete mai pensato a cosa fanno i bambini a quattro anni? Beh, a quattro anni si pettinano le bambole, si gioca con le...

Razzismo come ti vedo

Prima eri schiavo se nascevi da genitori schiavi, oggi sei extracomunitario se nasci da genitori stranieri e non è necessario nascere in Italia sarai comunque un emigrante, anche se non sei mai emigrato